Arte della moda con Yves Saint Laurent

Finalemente, dopo le esposizioni parigine di Balenziaga e di Dior, anche il museo Yves Saint Laurent apre le sue porte al pubblico. Il museo ripercorre la vita di uno dei più famosi stilisti francesi del XX secolo: morto nel 2008, la maison è conosciuta da tutti per la rivoluzionaria collezione Mondrian del 1965.

A casa di Yves

Il magnifico allestimento si apre con una piccola sala contenente fotografie in bianco e nero con soggetto lo stilista attraverso tutti gli anni della sua carriera, al centro è posizionato un video introduttivo riguardante la sua vita e i suoi lavori. L’esibizione continua, su più piani, mostrando le opere e le collezioni più conosciute della maison. Nella prima sala troviamo i bozzetti più famosi della maison e alcuni dei campioni di tessuto più rappresentativi.

Proseguendo sembra di assistere a una vera e propria sfilata della settimana della moda: i primi manichini mostrano abiti composti e di utilizzo giornalieri; poi si passa a capi da sera più particolari, dagli eccentrici colori, quelli che al giorno d’oggi verrebbero identificati come i must-to-have di uno stravagante fashionista. In particolare ad attirare l’attenzione è una coppia di blazer in fine tessuto ricoperti di ricami dorati e pietre preziose.

Lo studio e i gioielli

Un’intera parete è dedicata a quadri rappresentanti le creazioni e inserendole nel contesto del tessuto urbano parigino; sulla parete opposta sono esposti sfavillanti gioielli, ce ne sono per tutti i gusti: dalle grosse gamme alle più piccole ed eleganti perle, fino ad arrivare a luminosi diamanti. Scendendo pochi scalini si arriva a una serie di video che mostrano i vestiti più innovativi e le relative sfilate o showroom.

Al secondo piano è possibile respirare il mondo lavorativo di Yves, facendo un tour del suo studio, pieno di immagini, tessuti, gemme preziose e libri. Il visitatore viene quindi catapultato nell’immaginario del giovane talento francese, e può confrontarsi direttamente con quelle che erano le fonti d’ispirazione che poi si concretizzavano in meravigliose creazioni.

 

Related Post

Condividi:

Studentessa di storia, laureata in Management per i beni culturali e con un master in visual merchandising. Viaggi, cibo, libri, arte, cinema e moda sono le mie grandi passioni.
Sono sempre alla ricerca di nuove fonti d’ispirazione nel panorama artistico contemporaneo, e ho un’inarrestabile curiosità.

Vivo tra Parigi e la bella Venezia, e il mio cuore si divide tra una corsa in metro e un tramonto sulla laguna.