Ella e John. The leisure seeker

Il sottotitolo del film, The leisure seeker, non è altro che il soprannome del vecchio camper che i due protagonisti, Ella e John, usavano per le vacanze con i figli. All’epoca erano i ruggenti anni ’70 e la moda era quella di andare in vacanza su grandi camper attraverso tutto il paese.

La trama

La vecchiaia e la sofferenza per le cure inducono Ella e John a trovare una brillante idea: salire ancora una volta in sella al the leisure seeker e andarsene con destinazione Key West. L’anziana coppia si sostiene e completa a vicenda: John è forte, ma smemorato; mentre Ella è debole, ma lucidissima.

Il regista e gli interpreti

Paolo Virzì presenta un emozionante viaggio on the road attraverso il senso dell’avventura e la ricerca del piacere della vita di Ella e John. Helen Mirren e Donald Sutherland interpretano l’anziana coppia. La loro simbiosi nella pellicola è straordinaria e permette allo spettatore di immergersi in questo viaggio.

Il viaggio

Viaggio che inizia con una partenza inaspettata, quasi coraggiosa, ma che porta i protagonisti e gli spettatori dal guardare fuori dal finestrino a vedere dentro di sé. I finestrini diventano lo specchio dell’anima di ogni spettatore. Il camper malconcio riflette la relazione della coppia: insieme da una vita, con molti acciacchi e botte, ma pur sempre funzionante ed amorevole.

Lo sguardo del regista

La pellicola si ispira al romanzo In viaggio contromano di Michael Zadoorian. Il regista livornese riesce a cogliere l’essenza del libro e a trovare un perfetto equilibrio tra i lati dolci e quelli amari. Il camper potrebbe solcare le strade di qualsiasi città, in qualsiasi continente, ma le cose che vengono dette e fatte al suo interno non cambiano. Virzì è stato in grado di rappresentare un equilibrio che va al di fuori delle circostanza spazio temporali comuni. Le filosofie orientali spesso sostengono che la meta non è importante, l’importante è il  viaggio che si fa per giungervi. Non ha alcuna importanza dove sia il paesaggio al di fuori dei finestrini, né quanto duri il viaggio, né la meta. Allo stesso modo Ella e John potrebbero esistere ovunque.

 

Related Post

Condividi:

Studentessa di storia, laureata in Management per i beni culturali e con un master in visual merchandising. Viaggi, libri, arte, cinema e moda sono le mie grandi passioni. Sono sempre alla ricerca di nuove fonti d'ispirazione nel panorama artistico contemporaneo, spinta da un'inarrestabile curiosità. Vivo tra Parigi e Venezia, e il mio cuore si divide tra una corsa in metro e un tramonto sulla laguna.