Letteratura, musica e cinema nel 2015:
i gusti degli italiani secondo Google

google3

Google è uno strumento utilizzato da un numero di italiani sempre più elevato. Oltre a essere molto utile per fare ricerche di ogni tipo, dai temi più semplici ai più complessi, può aiutarci a scoprire i gusti degli italiani in materia letteraria, musicale e cinematografica. Le parole cercate sul motore di ricerca sono infatti monitorate ed è possibile per i più curiosi scoprire il bilancio di ogni settimana, mese o anno riguardo alle tematiche più svariate semplicemente visitando Google Trends.

Com’è stato quindi il 2015 letterario degli italiani secondo il motore di ricerca di Mountain View? Gli argomenti più ricercati sono, e probabilmente resteranno, gli aforismi, le citazioni, le “belle frasi”, come spesso digitano gli italiani sulla barra. La causa è probabilmente legata al massiccio uso dei social network, dove molti amano sfoggiare citazioni colte, filosofiche o d’amore per colpire amici e amanti. Questa tendenza, secondo i dati, si ha maggiormente al sud Italia, dove la parola “aforismi” è tra le più cliccate in ambito letterario. Le citazioni che gli italiani amano più leggere e condividere sono senza dubbio quelle romantiche, seguite da aforismi sulla vita, divertenti, celebri o sull’amicizia.

googlefrasi

Un’altra ricerca molto comune è quella della parola “libri”: solitamente libri usati da acquistare o consigli di lettura che si cercano nell’infinito mondo di Google. In questo caso, le ricerche provengono soprattutto dal nord. Tra i libri più desiderati, inutile dirlo, in vetta spicca Grey, nuovo capitolo della nota serie Cinquanta sfumature di grigio di E. L. James.

Segue poi la ricerca “poesie”, con un’impennata nel mese di dicembre (complici forse i biglietti di Natale su cui si vogliono fare dediche strappalacrime?). Tra i poeti più gettonati, vincono Pablo Neruda, Giuseppe Ungaretti e Alda Merini, seguiti da Giacomo Leopardi, Eugenio Montale, Giovanni Pascoli, Pier Paolo Pasolini e Gianni Rodari, oltre a un generico – appunto – “poesie di Natale”, “poesie d’autunno”, “poesie sui nonni”.

I libri dell’anno secondo Google sono invece un intramontabile Harry Potter – di cui però vengono cercati soprattutto i film in streaming – oltre che Hunger Games, successo in questo caso dovuto all’uscita dell’ultimo film a metà novembre, periodo in cui la saga è stata la protagonista di Google. Tra gli autori invece più cercati possiamo trovare Erri de Luca, Umberto Eco e Oriana Fallaci, personaggi nominati spesso in questo 2015 ricco di eventi politici, sociali e culturali. In generale, si può notare un grandissimo calo delle ricerche a tema letterario durante le vacanze di Pasqua e quelle estive – forse merito di studenti che, dopo esami e verifiche, vogliono dimenticare qualsiasi cosa abbia a che fare con la parola scritta.

libri google

Parlando invece di musica, spopola tra le ricerche “Amici 2015” nella prima parte dell’anno, seguito da “Sanremo 2015”, sempre in riferimento ai primi mesi dell’anno. Tra i cantanti e musicisti più cercati abbiamo invece, in ordine, Pino Daniele, Adele, Tiziano Ferro, Jovanotti e Madonna.

Per quanto riguarda i film, la parola più associata è ovviamente “streaming”, oltre che “film di Natale” e “film 2015”. Tra i più cliccati dell’anno, Everest, La famiglia Belier, Matrimonio al sud, Mia madre, Cenerentola, Minions, Guerre stellari e un sempre apprezzato Titanic. Non bisogna dimenticare le serie tv, molto amate dagli italiani: Vampire Diaries è la prima in classifica, seguita da Game of Thrones, Gomorra (uno dei più cercati su Youtube insieme a La Pimpa), True Detective, Pretty Little Liars e Sherlock Holmes.

Concludendo, i gusti degli italiani secondo Google per quanto riguarda letteratura, musica e cinema sono i più svariati: la maggior parte preferisce frasi ad effetto da sfoggiare come stato di WhatsApp, una parte più ristretta cerca consigli di lettura o libri da comprare, mentre pochi sono i riferimenti ai classici. La poesia sembra riscuotere molto più successo dei romanzi, forse per la sua fruibilità apparentemente più immediata, mentre, dal punto di vista cinematografico, serie tv e film vanno di pari passo. Per quanto riguarda la musica, si tende a restare su quella italiana, pur non disprezzando cantanti di fama mondiale come appunto Madonna e Adele.

[jigoshop_category slug=”cartaceo” per_page=”8″ columns=”4″ pagination=”yes”]

[jigoshop_category slug=”pdf” per_page=”8″ columns=”4″ pagination=”yes”]

Related Post

Condividi:

Dalila Forni

1991. Studentessa di Lingue e Letterature Europee ed Extraeuropee a Milano. Vivo di letteratura, pastasciutta e buona birra.