rossini opera festival pesaro

Presentata la XXXIX edizione del Rossini Opera Festival

È proprio vero l’interrogativo fra il serio e faceto di Vittorio Sgarbi, all’inaugurazione nei giorni scorsi della mostra su Rossini a Urbino, al Castellare di Palazzo Ducale: «Il Rof? L’unico festival italiano che può competere con quello di Salisburgo». Infatti quest’anno il Rossini Opera Festival, giunto alla XXXIX edizione, si trova in un autentico crocevia musicale fra le celebrazioni rossiniane per il 150esimo e il riconoscimento di Pesaro da parte dell’Unesco, di capitale della musica.

E proprio questa coincidenza è stata evidenziata a Roma, nella sede dell’ Agenzia nazionale del turismo dal neo presidente della Fondazione Rossini, Gianni Letta, nominato dal sindaco di Pesaro due giorni fa, che in un certo senso ha fatto gli onori di casa insieme al dirigente dell’agenzia nella splendida location romana. Presente anche Oriano Giovanelli che dal 2005 al 2018 è stato presidente della Fondazione Rossini, erede testamentario del lascito del cigno di Pesaro e non sempre in buoni rapporti con l’altra grande istituzione musicale, il Conservatorio Musicale Rossini.

Il neo presidente Letta ha espresso l’amore per la musica di Rossini e per la città di Pesaro, garantendo una continuità scientifica negli studi rossiniani: «L’opera di Rossini dovrà essere restituita nella vera e integrale dimensione artistica. Farò di tutto per proseguire la tradizione, nel dialogo tra Rof e Fondazione Rossini». Ma è stato il sindaco di Pesaro, Matteo Ricci, il punto di riferimento di questo vernissage artistico-musicale: «Partendo da Rossini, ha sottolineato Ricci, il Paese ha impostato una programmazione di quattro anni che coinvolgerà le ricorrenze di Leonardo, Raffaello, già è pronta la legge nazionale sul divin pittore e Dante.. Ricci ha poi sottolineato le sinergie con ambasciate, istituti di cultura, istituti di commercio e varie iniziative che lo hanno già portato a Parigi e proseguiranno ad Atene, in Giappone e a New York». Alla domanda se per il 2019 Pesaro investirà sulla musica, il sindaco Ricci ha già annunciato il lavoro, che sarà inaugurato a fine 2019, sul museo rossiniano e l’operazione di ristrutturazione del vecchio palas, che diventerà un auditorium con 2000 posti per il Rof. Ma veniamo al programma di quest’anno, che il direttore artistico del Rof, Ernesto Palacio ha presentato ufficialmente:

Il Rof quest’anno si svolgerà dall’11 agosto fino al 23 agosto. Si inizierà all’Adriatic Arena con RICCIARDO E ZORAIDE, SABATO 11 AGOSTO ORE 20,00, MARTEDI’ 14 AGOSTO ORE 20,00, VENERDì 17 AGOSTO ORE 20,00 E LUNEDI’ 20 AGOSTO ORE 20,00 Ricciardo e Zoraide è un dramma serio per musica in due atti di Francesco Berio di Salsa. Musica di <Gioachino Rossini. Edizione critica della Fondazione Rossini in collaborazione con Casa Ricordi.

Direttore GIACOMO SAGRIPANTI. REGIA MARSHALL PYNKOSKI. COREOGRAFIE JEANNETTE LAJEUNESSE ZINGG. Interpreti Sergey Romanovsky, Pretty Yende, Juan Diego Florez nel ruolo di Ricciardo, Nicola Ulivieri, Victoria Yarovaya, Xabier Anduaga, Sofia Michedlishvili, Martiniana Antonie e Ruzil Gatin. Coro del Teatro Ventidio Basso diretto da Giovanni Farina. Oechestra Sinfonica nazionale della rai. Nuova produzione.

ADINA DOMENICA 12 AGOSTO ORE 20,00, MERCOLEDI’ 15 AGOSTO ORE 20,00, SABATO 18 AGOSTO ORE 16,00 E MARTEDI’ 21 AGOSTO ORE 20,00 TEATRO ROSSINI. Adina farsa in un atto di Gherardo Bevilacqua Aldobrandini. Musica di Gioachino Rossini. Edizione critica della Fondazione Rossini in collaborazione con Casa Ricordi. Direttore Diego Matheuz. Regia Rosetta Cucchi. Interpreti Vito Priante, Lisette Oropesa, Levy Sekgapane, Matteo Macchioni e Davide Giangregorio. Coro del teatro della Fortuna M.Agostini diretto da Mirca Rosciani. Orchestra Sinfonica G.Rossini.

IL BARBIERE DI SIVIGLIA LUNEDI’ 13 AGOSTO ORE 20,00, GIOVEDI’ 16 AGOSTO ORE 20,00, DOMENICA 19 AGOSTO ORE 20,00, VENERDI’ 22 AGOSTO ORE 20,00 ADRIATIC ARENA.

Il Barbiere di Siviglia commedia in due atti di Cesare Sterbini. Musica di Gioachino Rossini. Edizione critica Fondazione Rossini/casa Ricordi a cura d Alberto Zedda. Direttore Yves Abel. Regia,Scene e Costumi di Pier Luigi Pizzi. Regista collaboratore e Luci Massimo Gasparon. Interpreti: Maxim Mironov, Pietro Spagnoli, Aya Wakizono, Davide Luciano, Michele Pertusi, Elena Zilio, William Corrò. Coro del Teatro Ventidio Basso diretto da Giovanni Farina. Orchestra sinfonica nazionale della Rai. Nuova produzione.

IL VIAGGETTO A REIMS gioco lirico integrato per bambini martedi’ 14 agosto ore 10,30 e Venerdì 17 agosto ore 11,00 Teatro Rossini.

FESTIVAL GIOVANE

IL VIAGGIO A REIMS Mercoledì 15 agosto ore 11,00 e venerdì 17 agosto ore 11,00 teatro Rossini. Interpreti dell’Accademia Rossiniana A.Zedda

Filarmonica Gioachino Rossini.

 

 

Paolo Montanari

 

Related Post

Condividi:

Redazione

Frammenti - Rivista di attualità e cultura