fbpx
Placeholder Photo

Il 2016 tra Baustelle, Radiohead
e Red Hot Chili Peppers:
tutte le novità musicali in arrivo

5 minuti di lettura

di Margherita Vitali

Se il 2015 è stato un anno ricco di novità musicali e concerti all’avanguardia che tutti noi aspettavamo, il 2016 non si prospetta certo da meno. In poco più che un mese, questo nuovo anno è riuscito già a regalare perle di rara bellezza agli amanti dei più disparati generi e, date le premesse, ciò che ci attende sarà certamente in grado di soddisfare il grande e il piccolo pubblico.

viniciocapossela_1_1351769751

Per gli amanti del genere, l’attesa per l’album Canzoni della cupa di Vinicio Capossela è quasi finita. Anche se la data è ancora da confermare, si suppone che l’album sarà disponibile nei rivenditori già da marzo, brulicante di novità. A quattro anni dal suo ultimo lavoro intitolato Rebetiko Gymnastas, l’artista di origini tedesche ci regalerà qualcosa di nuovo, un disco chiaramente folk dedicato ai suoi luoghi d’origine. Canzoni della cupa è frutto di molti anni di lavoro e conterrà la bellezza di più di venti tracce puramente legate alla tradizione popolare. Il decimo disco è già stato preceduto il mese scorso dall’uscita del singolo Il Pumminale.

baustelle_1_1354898418

Altra grandissima attesa italiana è il prossimo lavoro dei Baustelle. Il loro ultimo disco, Fantasma, è stato un lavoro audace e ricco di novità rispetto ai precedenti, capace di dimostrare una grande maestria e versatilità da parte degli artisti. Alla chiusura del 2015, la band toscana ci ha regalato una raccolta di pezzi live con orchestra, nel disco Roma Live. Stando alle dichiarazioni del leader del gruppo Francesco Bianconi, ciò che i Baustelle hanno in serbo per noi è un lavoro totalmente nuovo, ricco di influenze classiche particolarmente marcate dalla presenza fissa dell’orchestra.

Anche oltreoceano le notizie non sono da meno: dopo molti anni di inattività i Red Hot Chili Peppers hanno deciso di non farsi più desiderare. Il cantante Anthony Kiedis ha dichiarato che il gruppo si è riunito in studio e ha buttato giù tanti nuovi pezzi, che presto saranno alla portata di tutti. Sulla natura, l’entità, il nome e l’uscita del disco sappiamo ben poco, e questo non fa che accrescere la nostra curiosità.

0

Anche i Radiohead si divertono a tenerci sulle spine, soprattutto il leader Thom Yorke. In un recente concerto a Parigi il gruppo ha suonato tre pezzi che faranno parte del nuovo album: Silent spring, The present tense e Desert island disk. Anche di questo disco sappiamo poco o nulla, ma tutti ci auguriamo di sentirlo prima dell’estate.

Notizie certe le abbiamo invece dai Tre allegri ragazzi morti che pubblicheranno il loro nuovo album Inumani venerdì 11 marzo 2016 sempre per La Tempesta Dischi. Questo undicesimo album, e il relativo tour, vedrà con se una nuova ed importante collaborazione, quella della chitarra di  Adriano Viterbini che li ha seguiti in studio e starà sempre con loro in giro per l’Italia. Per ascoltare il nuovo album dei TARM dal vivo basta aspettare il 12 marzo al Bronson di Ravenna.

Altro disco che molti attendono frementi è quello del gruppo The Lumineers. La band ha raggiunto un enorme successo nel 2012 col singolo Ho Hey che è riuscito a spopolare nel panorama mondiale, per poi lentamente eclissarsi dalla scena. Finalmente il silenzio è stato rotto e il nuovo lavoro, Cleopatra, uscirà l’8 aprile e verrà seguito da un tour mondiale che conterà anche due date attesissime in Italia, il 20 e il 21 luglio.

Moltissime altre voci di prossime uscite circolano nel mondo della musica, ma purtroppo ancora niente di confermato. Attendiamo con brama molti altri concerti e lavori che ci stupiranno nell’arco di tutto questo 2016.

[jigoshop_category slug=”cartaceo” per_page=”8″ columns=”4″ pagination=”yes”]

[jigoshop_category slug=”pdf” per_page=”8″ columns=”4″ pagination=”yes”]

Redazione

Frammenti Rivista nasce nel 2017 come prodotto dell'associazione culturale "Il fascino degli intellettuali” con il proposito di ricucire i frammenti in cui è scissa la società d'oggi, priva di certezze e punti di riferimento. Quello di Frammenti Rivista è uno sguardo personale su un orizzonte comune, che vede nella cultura lo strumento privilegiato di emancipazione politica, sociale e intellettuale, tanto collettiva quanto individuale, nel tentativo di costruire un puzzle coerente del mondo attraverso una riflessione culturale che è fondamentalmente critica.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.