E alla fine, ancora una volta, è la cultura a pagare il prezzo più alto

Era nell’aria da qualche giorno, e alla fine è arrivata. Parliamo della decisione del premier Giuseppe Conte e del ministro Roberto Speranza di sospendere l’attività di teatri, cinema e sale concerti dal 26 ottobre al 24 novembre, al fine di contenere la diffusione del Covid-19. La misura è prevista dall’ultimo DPCM, datato 24 ottobre, che all’articolo 1, comma 9, lettera m), recita testualmente che «sono sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto». Restano invece aperti, come specificato alla lettera r), i musei, gli istituti e «altri luoghi … Leggi tutto E alla fine, ancora una volta, è la cultura a pagare il prezzo più alto