fbpx
Placeholder Photo

Ancora uno sfregio al Colosseo:
questa volta è un calciatore

1 minuto di lettura

ROMA – Ennesimo gesto scellerato nei confronti del monumento simbolo della Città Eterna. Blagoj Georgiev, calciatore bulgaro del Rubin Kazan, squadra della serie A russa, è stato infatti sorpreso dal personale della Soprintendenza che controlla l’interno del Colosseo mentre con una moneta incideva le proprie iniziali su una colonna al piano terra dell’Anfiteatro Flavio. Georgiev, che si era recato in vacanza nella Capitale con la fidanzata, è stato denunciato a piede libero dai Carabinieri della Stazione Roma Piazza Dante per danneggiamento aggravato su edifici di interesse storico e artistico.

Sembra non esserci pace per gli inestimabili tesori di Roma: dopo lo scandalo dello scorso febbraio, quando i tifosi della squadra olandese del Feyenoord danneggiarono la Barcaccia di Piazza di Spagna, solo sabato scorso si era verificato un altro gesto di inciviltà, commesso da un turista libanese di 22 anni, anch’egli reo di aver inciso le proprie iniziali sui muri millenari. Mancanze di rispetto barbare e vergognose, che vanno a minare una delle città più belle del mondo, e in particolare il Colosseo, edificio simbolo di una cultura da salvaguardare e amare, non certo da deturpare.
colosseo (1)

M.D.


macchianera italian awards

Redazione

Frammenti Rivista nasce nel 2017 come prodotto dell'associazione culturale "Il fascino degli intellettuali” con il proposito di ricucire i frammenti in cui è scissa la società d'oggi, priva di certezze e punti di riferimento. Quello di Frammenti Rivista è uno sguardo personale su un orizzonte comune, che vede nella cultura lo strumento privilegiato di emancipazione politica, sociale e intellettuale, tanto collettiva quanto individuale, nel tentativo di costruire un puzzle coerente del mondo attraverso una riflessione culturale che è fondamentalmente critica.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.