fbpx
Placeholder Photo

Berlinale, Gianfranco Rosi
unico italiano in concorso
con il suo “Fuocoammare”

1 minuto di lettura
Gianfraco-Rosi-sul-set-di-Fuocoammare
Gianfranco Rosi sul set di Fuocoammare

BERLINO – Fuocoammare, documentario sui migranti di Gianfranco Rosi, sarà l’unica pellicola italiana in concorso alla 66° Berlinale. Il Ministro dei beni e delle attività culturali Dario Franceschini ha così commentato l’evento: «Un grosso in bocca al lupo a Gianfranco Rosi che con il suo Fuocoammare, unico film italiano in concorso, terrà alta la bandiera del nostro cinema alla 66° Berlinale. La sua esperienza a Lampedusa, la narrazione della vita quotidiana in uno dei luoghi simbolo dei confini europei porterà al festival di Berlino un messaggio originale e profondo in un momento particolarmente delicato in cui accoglienza e solidarietà devono più che mai continuare a essere valori fondanti della cultura europea».

D.F.

[jigoshop_category slug=”cartaceo” per_page=”8″ columns=”4″ pagination=”yes”]

[jigoshop_category slug=”pdf” per_page=”8″ columns=”4″ pagination=”yes”]

Redazione

Frammenti Rivista nasce nel 2017 come prodotto dell'associazione culturale "Il fascino degli intellettuali” con il proposito di ricucire i frammenti in cui è scissa la società d'oggi, priva di certezze e punti di riferimento. Quello di Frammenti Rivista è uno sguardo personale su un orizzonte comune, che vede nella cultura lo strumento privilegiato di emancipazione politica, sociale e intellettuale, tanto collettiva quanto individuale, nel tentativo di costruire un puzzle coerente del mondo attraverso una riflessione culturale che è fondamentalmente critica.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.