fbpx
Placeholder Photo

Migranti: Save the Children apre “spazi a misura di bambino”

2 minuti di lettura

Con un intervento autofinanziato, e la donazione di 200mila euro da C&A FoundationSave the Children apre child friendly spaces (cfs) in Sicilia. Qui, nelle zone di sbarco e di accoglienza dei migranti, i minori potranno essere coinvolti in attività ricreative o educative, ed essere protetti da possibili traumi dopo il loro lungo viaggio estenuante. Per adolescenti e bambini ci saranno strutture utilizzate per partecipare in gruppi ad attività di socializzazione. 61.482 da inizio anno. Questo il numero di migranti (da Siria, Eritrea e Somalia soprattutto) arrivati via mare secondo i dati dell’organizzazione internazionale.Fra i quali ben 5.914 sono i minori, e 3.779 non accompagnati.

Per far fronte a quest’emergenza, Save the children dà a disposizione aree in cui ritrovare il sorriso, ma non solo: vi saranno anche attività informative, per far comprendere ai giovanissimi migranti quali siano i loro diritti e come battersi per farli rispettare, senza rischiare di essere vittime di abusi. Raffaella Milano, direttore Programmi Italia-Europa dell’organizzazione che tutela i bambini, testimonia che i migranti «ci raccontano di viaggi sempre più duri e drammatici, che spesso includono l’attraversamento del deserto o di zone in guerra, prima del rischiosissimo tragitto via mare. Durante questi viaggi fronteggiano situazioni terribili: disidratazione, malnutrizione, rapimenti, detenzione, torture, schiavitù, traffico, abusi sessuali, e molti bambini sono traumatizzati quando arrivano da noi. Per questo abbiamo deciso di avviare gli “spazi a misura di bambino”, che potranno aiutarli a riacquistare un senso di normalità ed esprimere le loro emozioni».

La Croce Rossa, inoltre, ha operato in aiuto dei migranti in transito: presso la Stazione Tiburtina è stato aperto nei giorni scorsi, all’interno di un campo, uno spazio dedicato unicamente ai minori. E ancora, il Comune di Milano ha affidato agli educatori di Save the Children un’area in prossimità della Stazione Centrale.

A.P.

macchianera italian awards

Redazione

Frammenti Rivista nasce nel 2017 come prodotto dell'associazione culturale "Il fascino degli intellettuali” con il proposito di ricucire i frammenti in cui è scissa la società d'oggi, priva di certezze e punti di riferimento. Quello di Frammenti Rivista è uno sguardo personale su un orizzonte comune, che vede nella cultura lo strumento privilegiato di emancipazione politica, sociale e intellettuale, tanto collettiva quanto individuale, nel tentativo di costruire un puzzle coerente del mondo attraverso una riflessione culturale che è fondamentalmente critica.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.