fbpx
Placeholder Photo

Realtà virtuale e videogame: quali generi la utilizzano maggiormente

6 minuti di lettura

L’avanzamento tecnologico ha portato alla diffusione di sistemi in grado di rendere le esperienze online sempre più coinvolgenti e immersive, come nel caso della realtà virtuale (RV), che ha introdotto interessanti possibilità in molti ambiti di applicazione, dall’intrattenimento al turismo fino al lavoro. Proprio nel campo dei videogame, questa tecnologia sta ricoprendo un ruolo sempre più da protagonista, trasportando gli appassionati direttamente nello scenario di gioco, specie in alcuni generi che si prestano maggiormente a questa opzione: ecco alcune delle possibilità più interessanti.

La realtà virtuale come strumento di simulazione

Un settore che abbraccia appieno la realtà virtuale è quello delle simulazioni realistiche, non soltanto in ambiti professionali ad alto rischio ma anche con finalità ludiche. Giochi di guida, volo e simulazioni sportive realizzati con la tecnologia VR permettono infatti ai giocatori di immergersi completamente in ambienti dettagliati e realistici, vivendo in maniera palpabile la sensazione di sedersi dietro il volante di una supercar o di calarsi negli scarpini di un campione sportivo.

Con la realtà virtuale, l’esperienza di gioco tocca dunque nuovi livelli di coinvolgimento, consentendo agli appassionati di vivere esperienze difficilmente realizzabili nel mondo fisico senza adeguate competenze, dalla guida di un bolide di F1 al pilotaggio di un aereo militare.

Giochi d’avventura ed esplorazione

Anche i giochi d’avventura e quelli incentrati sull’esplorazione traggono grande beneficio dalla realtà virtuale. A differenza di quanto accadeva nella stessa tipologia ludica giocando faccia a faccia con uno schermo, nei mondi virtuali ricostruiti i giocatori possono camminare tra le rovine di antiche civiltà, esplorare galassie lontane o perdersi nelle intricanti trame di ambientazioni fantasy.

La RV aggiunge un senso di profondità e presenza ai videogame di avventura, trasportando i giocatori in mondi fantastici in modo più convincente rispetto alle tradizionali visuali bidimensionali.

I casino in realtà virtuale

Un altro genere videoludico molto interessato agli sviluppi della realtà virtuale è quello dei giochi di casino, che pur essendo legati a una lunga tradizione “fisica”, in realtà con le continue innovazioni tecnologiche si stanno affermando con forza anche al di fuori delle classiche sale. Se già le piattaforme di questo genere avevano ottenuto enorme successo in questi anni grazie all’ampia varietà di offerta disponibile da PC e da mobile, con l’avvento dei sistemi VR si stanno aprendo opportunità ancora più interessanti per giocatori e operatori del settore.

Un esempio significativo è quello delle poker room digitali, che applicando la realtà virtuale ai propri sistemi di gioco consentono agli appassionati non soltanto di prendere parte alle sfide in modalità multiplayer, ma anche di sedere virtualmente al tavolo e confrontarsi con gli altri partecipanti proprio come se ci si trovasse in una vera sala, un’opzione che promette di dare un’ulteriore spinta all’intero comparto.

INSERT IMAGE HERE: https://images.unsplash.com/photo-1637664067109-a6a00840d894?q=80&w=1632&auto=format&fit=crop&ixlib=rb-4.0.3&ixid=M3wxMjA3fDB8MHxwaG90by1wYWdlfHx8fGVufDB8fHx8fA%3D%3D – SOURCE

VR e giochi sparatutto e horror

I giochi di sparatutto in prima persona rappresentano uno dei generi che possono trarre maggiormente vantaggio dalla realtà virtuale, questo perché per loro stessa natura si basano sulla possibilità di muoversi all’interno di uno scenario di gioco allo scopo di raggiungere gli obiettivi fissati. Ovviamente, la RV aumenta notevolmente il coinvolgimento del giocatore, che può ora vivere appieno l’avventura in un’ambientazione tridimensionale che aggiunge un ulteriore livello di realismo.

Stesso discorso per il genere horror e survival, terreno fertile per l’applicazione della realtà virtuale: qui infatti, l’immersione totale amplifica le sensazioni di suspense e paura, rendendo i giocatori parte integrante di storie spaventose.

Com’è facile immaginare, dunque, la realtà virtuale ha ampliato notevolmente il repertorio delle possibili esperienze videoludiche, offrendo un nuovo modo di vivere il mondo dei giochi con un pieno coinvolgimento sensoriale. Questo aspetto appare amplificato per i generi sopra descritti, ma in realtà secondo gli esperti presto i visori VR potrebbero diventare predominanti anche in molte altre tipologie di giochi, trasformando completamente l’idea stessa di intrattenimento. Insomma, il primo passo è stato ormai fatto, ma il futuro di questo connubio sembra ancora più promettente e ricco di sorprese: non rimane che stare a guardare e godere delle opportunità sempre più interessanti che la tecnologia ha in serbo per noi.

Redazione

Frammenti Rivista nasce nel 2017 come prodotto dell'associazione culturale "Il fascino degli intellettuali” con il proposito di ricucire i frammenti in cui è scissa la società d'oggi, priva di certezze e punti di riferimento. Quello di Frammenti Rivista è uno sguardo personale su un orizzonte comune, che vede nella cultura lo strumento privilegiato di emancipazione politica, sociale e intellettuale, tanto collettiva quanto individuale, nel tentativo di costruire un puzzle coerente del mondo attraverso una riflessione culturale che è fondamentalmente critica.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.