fbpx
Placeholder Photo

Roma, Auditorium Parco della Musica:
l’omaggio di Isabella Rossellini
alla madre Ingrid Bergman

2 minuti di lettura

ROMA – Come riferito dall’agenzia di stampa Ansa, alle 21 di ieri domenica 11 ottobre, Isabella Rossellini ha portato The Ingrid Bergman tribute all’Auditorium Parco della Musica di Roma, nella sala Sinopoli. Dopo le due tappe con Jeremy Irons il 6 e il 12 settembre a Londra e a New York, e dopo quella parigina del 5 ottobre con Fanny Ardant Gerard Depardieu, lo spettacolo è finalmente arrivato nella capitale italiana, stavolta vedendo Christian De Sica in appoggio alla Rossellini. Per onorare il centenario della Bergman, sua figlia è stata l’anima dell’idea scritta da Ludovica Damiani, diretta da Guido Torlonia, e coprodotta da Ponderosa Music & ArtFondazione Musica per Roma. Rispetto ai tre spettacoli esteri precedenti, Isabella Rosselini ha dichiarato che «questa di Roma è la versione più di famiglia; anche perché Christian è l’unico fra gli interpreti ad aver conosciuto mamma». E De Sica, scherzando, prosegue: «Solo perché sono più vecchio! Con Isabella ci siamo incontrati da ragazzi, a Santa Marinella, e poi a 18 anni ci siamo fidanzati. Quando sono andato a conoscere la madre in Francia per me è stato come vedere la Madonna, era una donna straordinaria e simpaticissima». A collegare le foto, i filmati, e le letture del tribute c’è il contenuto dell’autobiografia della stessa Ingrid Bergman, pubblicata nel 1980. «Quando si scoprì la sua malattia, nel 1978, mio fratello le ha consigliato di scrivere la sua storia, perché dopo in tanti avrebbero scritto cose false», ricorda la figlia.

Christian De Sica e Isabella Rossellini nel 2006, agli Open Roads di New York. Fonte: filmitalia.org
Christian De Sica e Isabella Rossellini nel 2006, agli Open Roads di New York. Fonte: filmitalia.org

A.P.

Redazione

Frammenti Rivista nasce nel 2017 come prodotto dell'associazione culturale "Il fascino degli intellettuali” con il proposito di ricucire i frammenti in cui è scissa la società d'oggi, priva di certezze e punti di riferimento. Quello di Frammenti Rivista è uno sguardo personale su un orizzonte comune, che vede nella cultura lo strumento privilegiato di emancipazione politica, sociale e intellettuale, tanto collettiva quanto individuale, nel tentativo di costruire un puzzle coerente del mondo attraverso una riflessione culturale che è fondamentalmente critica.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.