Veterani contrari alla guerra in Siria
gettano a terra le loro medaglie
davanti alla casa del Primo Ministro

LONDRA – Un gruppo di veterani di guerra ha voluto protestare contro la decisione del governo britannico di bombardare la Siria e ha trovato un modo molto efficace di esprimere la propria posizione: martedì scorso, davanti al numero 10 di Downing Street, sede dell’abitazione privata del Primo Ministro David Cameron, gli ex militari hanno gettato a terra le loro medaglie. L’iniziativa è stata organizzata da Veterans for Peace, che riunisce i militari che hanno combattuto dalla Seconda Guerra Mondiale in poi e che si impegnano per promuovere la pace.

Prima del simbolico gesto, i veterani hanno pronunciato un breve discorso per spiegarne le ragioni. Daniel Lenham, che ha servito nella RAF dal 2002 al 2014, ha affermato: «Queste invasioni, occupazioni e attacchi hanno causati grandi devastazioni, ucciso centinaia di migliaia di persone e provocato la distruzione di intere società. Bombardare non è mai una soluzione ed è ora di smettere». Kirk Sollitt, che ha combattuto nella Guerra del Golfo, ha espresso concetti simili: «Bombardando la Siria, stiamo uccidendo esseri viventi innocenti e vulnerabili, uomini, donne e bambini. Non possiamo seminare sangue e raccogliere pace».

S.F.

 

[jigoshop_category slug=”cartaceo” per_page=”8″ columns=”4″ pagination=”yes”]

[jigoshop_category slug=”pdf” per_page=”8″ columns=”4″ pagination=”yes”]

 

 

Redazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.