Cinema in Europa: dove sono
le registe donne?

Francesca_Comencini_2

Francesca Comencini, una delle registe italiane di maggior successo

Il panorama del cinema europeo non sembra proprio favorire la parità tra i sessi. Se negli Stati Uniti infatti la lotta per l’uguaglianza viene combattuta ormai da molto tempo, l’Europa invece non le sta dedicando la giusta attenzione e si trova a corto di registe donne. Ansa riporta che i dati diffusi ieri dal rapporto sulla gender equality nel cinema – distribuiti da European Women’s Audiovisual Network – non lasciano spazio a felici interpretazioni: nei principali paesi europei solo 1 film su 5 è stato diretto da registe. E per quanto riguarda l’Italia, il divario è ancora più grande.  Il 90,8% dei film usciti tra il 2006 e il 2013 è diretto da registi di sesso maschile. La quota di mercato delle registe è stata di un misero 2.7% contro il 97.3% di quella dei registi. Insomma, di strada da fare ce n’è, e molta, per incoraggiare una partecipazione maggiore del gentil sesso nel mondo del cinema. Una presenza più forte dell’occhio femminile sarebbe senza alcun dubbio un contributo preziosissimo alla bellezza della settima arte. Avanti registe!

Y.C.

[jigoshop_category slug=”cartaceo” per_page=”8″ columns=”4″ pagination=”yes”]

[jigoshop_category slug=”pdf” per_page=”8″ columns=”4″ pagination=”yes”]

Redazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.