La fotografia di Anne Barlinckhoff, tra umanità e natura

Anne Barlinckhoff è una fotografa olandese che per i suoi lavori viaggia e trae ispirazione dal mondo europeo e da quello africano. I suoi scatti, pur non legandosi esclusivamente alla sfera dell’erotismo, mostrano corpi cromaticamente diversi, opposti, ma in stretto contatto tra loro. Una fotografia che rompe le barriere etniche e di genere, che mostra efficacemente l’incontro della diversità, sottolineandone l’estremo fascino.

Leggi anche:
Il vizio d’Oriente: il migrante come oggetto del desiderio

Le opere di Anne Barlinckhoff sono infatti punto di incontro tra il corpo umano e il mondo naturale, due esistenze che si fondono e tornano ad essere una sola realtà. Foto quindi di grande carica erotica e al tempo stesso di incredibile innocenza, naturalezza; scatti estramamente naturali, veri, che colgono l’essenza umana al di là dei confini culturali, che scavalcano i limiti per riportarci a uno stato originale, primitivo.

Pochi dettagli in opere semplici, che mostrano l’essenza delle relazioni, dell’affetto, dell’intimità, dell’armonia e fiducia tra corpi, così da dare vita a storie che, senza un preciso contesto, possono divenire universali.

Condividi: