“Poesia senza fine”, guarire con il cinema e la poesia

Era il 2015 quando su Kickstarter, piattaforma di finanziamento collettivo, apparì un piccolo bagliore poetico: Alejandro Jodorowsky in cerca di sostegno per il suo nuovo progetto. Fu un lampo e nel giro di poco tempo iniziò la produzione di Poesia senza fine, seconda parte di un’autobiografia introdotta con La danza della realtà (2013), ma probabilmente ancor più profonda e vicina ad una vera e propria esperienza poetica.Un film di cui forse abbiamo bisogno oggi più che mai.

Leggi l’articolo su NPC Magazine

Alessandro Cavaggioni
Condividi:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.