fbpx
Placeholder Photo

Roma: il teatro “Sala Umberto”
omaggia Majakovskij

2 minuti di lettura

ROMA – Dalle 19.30 di oggi 16 novembre il teatro romano Sala Umberto dedica due eventi al grande Vladimir Majakovskij, nell’ambito dell’Anno della letteratura in Russia. Alle 19.30 si inaugura la mostra che ospita bozzetti, manifesti e fotografie dal Museo Statale del Teatro A.A. Bakhrushin di Mosca e dal Museo Statale della Letteratura di Mosca: l’esposizione durerà fino al 29 novembre, per poi spostarsi negli spazi espositivi di Gangemi Editore dal 10 dicembre al 31 gennaio. Alle 21, poi, andrà in scena Il flauto di vertebre: diretto da Galina Aksenova, lo spettacolo unirà musica e poesia grazie alle letture di Mariia Matveeva, Dmitri Vissotskij e con la partecipazione straordinaria di Venjamin Smekhov. Infine, dopo il tributo ai componimenti e ai carteggi del poeta russo, sarà presentato il volume della piéce teatrale La cimice edito dalla casa editrice Gangemi – con illustrazioni di Franco Staino in collaborazione con il Museo Statale della Letteratura di Mosca.

La cimice è la variante teatrale di quell’argomento fondamentale al quale ho dedicato versi e poemi, per il quale ho disegnato manifesti e volantini. Si tratta della lotta contro il piccolo borghese. Il materiale elaborato nella mia commedia è costituito in gran parte da avvenimenti, giuntimi tra le mani, che poi erano quelli di un giornalista e pubblicista. Nella mia commedia non esistono situazioni che non si basino su decine di casi reali.

Il poeta con la compagna Lilja Brik, attrice e scultrice
Il poeta con la compagna Lilja Brik, attrice e scultrice.

 

A.P.

 

 

 

 

Redazione

Frammenti Rivista nasce nel 2017 come prodotto dell'associazione culturale "Il fascino degli intellettuali” con il proposito di ricucire i frammenti in cui è scissa la società d'oggi, priva di certezze e punti di riferimento. Quello di Frammenti Rivista è uno sguardo personale su un orizzonte comune, che vede nella cultura lo strumento privilegiato di emancipazione politica, sociale e intellettuale, tanto collettiva quanto individuale, nel tentativo di costruire un puzzle coerente del mondo attraverso una riflessione culturale che è fondamentalmente critica.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.