fbpx

«Suite francese», il romanzo sopravvissuto

1 minuto di lettura

Dietro «Suite francese» di Irène Némirovsky c’è una curiosa vicenda editoriale: l’autrice, ebrea, viene deportata nel 1942 ad Auschwitz, da cui non farà mai ritorno, ma il suo ultimo, incompiuto romanzo riesce miracolosamente a salvarsi. Sarà pubblicato postumo solo nel 2004, aggiudicandosi il Prix Renaudot.

In una nuova puntata del Salotto Letterario, Francesca Cerutti e Vladislav Karaneuski parlano di questo meraviglioso “romanzo sopravvissuto” insieme a Ludovica Scaramuzzino di Zona Lettura.

Ascolta la puntata in podcast!

Non abbiamo grandi editori alle spalle. Gli unici nostri padroni sono i lettori. Sostieni la cultura giovane, libera e indipendente: iscriviti al FR Club!

Segui Frammenti Rivista anche su Facebook e Instagram, e iscriviti alla nostra newsletter!

Redazione

Frammenti Rivista nasce nel 2017 come prodotto dell'associazione culturale "Il fascino degli intellettuali” con il proposito di ricucire i frammenti in cui è scissa la società d'oggi, priva di certezze e punti di riferimento. Quello di Frammenti Rivista è uno sguardo personale su un orizzonte comune, che vede nella cultura lo strumento privilegiato di emancipazione politica, sociale e intellettuale, tanto collettiva quanto individuale, nel tentativo di costruire un puzzle coerente del mondo attraverso una riflessione culturale che è fondamentalmente critica.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.