fbpx
Placeholder Photo

BREAKING NEWS: Assalto terminato,
almeno 100 morti al Bataclan.
L’Isis rivendica l’attacco

3 minuti di lettura

STRAGE

PARIGI – Momenti di panico a Parigi: intorno alle 21.34 di questa sera, 13 novembre, in un ristorante del X arrondissement sono stati infatti esplosi alcuni colpi di kalashnikov. Spari anche al Teatro Bataclan, non lontano dalla sede di Charlie Hebdo, dove alcune persone, forse addirittura 100, sono state prese in ostaggio. Anche una terza sparatoria ha avuto luogo sempre nel X arrondissement e alcuni testimoni parlano di 12 persone rimaste a terra. Non solo: alcune esplosioni nei pressi dello Stade de France dove era in corso una partita amichevole tra Francia e Germania. Al momento non risultano italiani tra le vittime. Rinforzate le misure di sicurezza anche in Italia.

Secondo quanto riportato dall’edizione francese della CNN, intorno alle 23.30 sono stati avvertiti ulteriori spari nei pressi del quartiere Halles, del Louvre e del Centre Pompidou. Al momento è stato proclamato lo stato di emergenza su tutto il territorio francese, le frontiere sono state chiuse e domani saranno chiuse anche tutte le scuole di Francia. Stando a quanto riferito da Europe 1, le forze dell’ordine avrebbero ucciso uno degli attentatori. Altre esplosioni avvertite al Bataclan intorno alle 00.22, mentre alcune fonti sostengono che gli ostaggi stiano venendo uccisi uno ad uno. Sul campo ora anche le teste di cuoio. Alle 00.53 l’assalto è terminato, oltre 100 persone uccise al Bataclan. L’Isis ha rivendicato l’attacco terroristico.

Alcuni testimoni al Bataclan hanno raccontato che gli assalitori gridavano “Allah u Akbar” (Allah è grande) e su Twitter da subito militanti dell’Isis hanno festeggiato con l’hashtag “Parigi in fiamme”. «Siamo riusciti a fuggire, c’era sangue dappertutto, hanno tirato con un fucile a pompa sulla folla», così ha raccontato a Le Figaro un uomo che era al Bataclan. Un cronista di France 2 ha comunicato su Twitter che circa 30 persone sono fuggite dal Bataclan, forse liberate dalla polizia. Il Presidente François Hollande, che si trovava allo stadio ad assistere alla partita quando è partito l’attacco terroristico, ha dichiarato: «Ci sono decine e decine di morti, numerosi feriti. Abbiamo dichiarato lo stato d’emergenza in tutto il territorio, come prima misura. La seconda è la chiusura delle frontiere, per fare in modo che una cosa del genere non succeda mai più».

IN AGGIORNAMENTO

 Segui la diretta su Rtl.fr

Segui la diretta Rai TV in streaming

Aggiornamenti a cura di Michele Castelnovo

Redazione

Frammenti Rivista nasce nel 2017 come prodotto dell'associazione culturale "Il fascino degli intellettuali” con il proposito di ricucire i frammenti in cui è scissa la società d'oggi, priva di certezze e punti di riferimento. Quello di Frammenti Rivista è uno sguardo personale su un orizzonte comune, che vede nella cultura lo strumento privilegiato di emancipazione politica, sociale e intellettuale, tanto collettiva quanto individuale, nel tentativo di costruire un puzzle coerente del mondo attraverso una riflessione culturale che è fondamentalmente critica.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.