Il discorso di DiCaprio agli Oscar

dicaprio oscar

«I cambiamenti climatici sono una realtà e stanno accadendo adesso. Sono la minaccia più imminente per la nostra intera specie e dobbiamo lavorare insieme come un gruppo e smetterla di rimandare. Dobbiamo supportare i leader che in tutto il mondo che non rendono conto ai grandi inquinatori, alle grandi corporazioni, ma che parlano in favore di tutta l’umanità, delle popolazioni indigene, dei miliardi di persone meno fortunate, che saranno le più colpite dal fenomeno».

Non le parole di un politico, bensì quelle dell’attore Leonardo DiCaprio, pronunciate all’ultima cerimonia degli Oscar, tenutasi al Dolby Theatre di Los Angeles il 28 febbraio, quando finalmente l’attore statunitense è riuscito ad aggiudicarsi la tanto agognata statuetta dorata. Non serve un’elaborazione particolare per capire che DiCaprio si sta riferendo a Bernie Sanders quando parla di «leader politici che non rendono conto ai grandi inquinatori». Recentemente infatti l’attore aveva espresso la sua simpatia per il candidato democratico, noto per la ventata di freschezza socialista che ha portato negli USA e che ha fatto proprio della salvaguardia ambientale uno dei suoi temi forti.

Leonardo non è nuovo all’impegno in favore dell’ambiente. Nel 1998 infatti l’attore ha istituito la DiCaprio Foundation, associazione che si occupa della protezione della biodiversità, la conservazione di oceani e foreste e della prevenzione e limitazione dei danni causati dai mutamenti climatici.

Fa inoltre parte del consiglio di amministrazione del WWF, del concilio per la difesa delle risorse naturali (NRDC), del Global Green USA e del Fondo Internazionale per il Benessere degli Animali (IFAW). Ha anche prodotto diversi progetti multimediali a scopo di informazione sui problemi ambientali, come ad esempio i due web film Water Planet e Global Warning. Nel 2007 è anche uscito un suo documentario, The 11th Hour, nel quale più di 50 esperti da tutto il mondo parlano dei pericoli corsi dal nostro pianeta e delle soluzioni per salvaguardarlo.

Un buon esempio quindi di come anche tra le star, spesso associate ai vizi e alle stravaganze, ci sia chi si impegna per il bene comune, forte di una lungimiranza superiore rispetto a quella della maggioranza degli uomini politici, che sembrano voler ignorare a tutti i costi una delle minacce più gravi e imminenti per l’umanità intera.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.