fbpx
Placeholder Photo

“Impressionisti. Tête à tête”:
dal Musée d’Orsay a Roma

2 minuti di lettura

ROMA – Nell’ambito dell’importante rapporto tra il Musée d’Orsay e il Complesso del Vittoriano – Ala Brasini verrà presentata a Roma, dal 15 ottobre 2015 al 7 febbraio 2016, una bellissima mostra dedicata ai maestri impressionisti dal titolo “IMPRESSIONISTI. Tête-à-tête”.

L’esposizione traccia un ritratto della società parigina della seconda metà dell’Ottocento, attraversata dai grandi mutamenti artistici, culturali e sociali di cui gli impressionisti furono esponenti e testimoni, grazie ai capolavori provenienti da uno dei nuclei fondamentali del Musée d’Orsay: le raccolte impressioniste.

Curata da Xavier Rey, direttore delle collezioni e conservatore del dipartimento di pittura del Musée d’Orsay, e da Ophélie Ferlier, conservatore del dipartimento di sculture del Musée d’Orsay, l’esposizione prende in esame i sessant’anni di pittura francese (1860-1919) in cui nacque, si sviluppò e si affermò la pittura impressionista, e i suoi esiti finali, il postimpressionismo.

Edouard Manet, Pierre-Auguste Renoir, Edgar Degas, Frédéric Bazille, Camille Pissarro, Paul Cézanne, Berthe Morisot: questi, tra i tanti, gli artisti presenti al Complesso del Vittoriano, in una rassegna di oltre sessanta opere, tra cui anche dieci sculture.

Attraverso i volti, gli abiti, le posture e gli accessori dei personaggi ritratti, attraverso i luoghi e le ambientazioni in cui essi sono inseriti “IMPRESSIONISTI. Tête-à-tête” offrirà la possibilità di ricostruire l’ambiente culturale, i contesti sociali e gli stimoli artistici in cui operarono questi artisti e, soprattutto, di cogliere quella “rivoluzione dello sguardo” e quel rinnovamento stilistico di cui il movimento impressionista fu portavoce.

Le opere scelte, alcune diventate vere e proprie icone dell’impressionismo, mettono in luce gli aspetti innovativi del movimento artistico ed evidenziano, allo stesso tempo, le connotazioni delle singole personalità.

Edouard Manet (1832-1883) Il balcone 1868-1869 Olio su tela Cm 170 x124,5 © Musée d'Orsay
Edouard Manet (1832-1883), Il balcone, 1868-1869, Olio su tela, cm 170×124,5
© Musée d’Orsay

G.A.

Redazione

Frammenti Rivista nasce nel 2017 come prodotto dell'associazione culturale "Il fascino degli intellettuali” con il proposito di ricucire i frammenti in cui è scissa la società d'oggi, priva di certezze e punti di riferimento. Quello di Frammenti Rivista è uno sguardo personale su un orizzonte comune, che vede nella cultura lo strumento privilegiato di emancipazione politica, sociale e intellettuale, tanto collettiva quanto individuale, nel tentativo di costruire un puzzle coerente del mondo attraverso una riflessione culturale che è fondamentalmente critica.

2 Comments

  1. […] Impressionisti. Tête a tête: titolo riduttivo per una mostra che entra nel vivo dell’Impressionismo francese, ne sonda umori e caratteri dominanti donando a Roma un’esposizione unica e suggestiva. Curata da Guy Cogeval e allestita al Complesso del Vittoriano dal 15 ottobre 2015 al 7 febbraio 2016 con capolavori provenienti esclusivamente dal Musée d’Orsay di Parigi, Impressionisti. Tête a tête mostra il volto dei maggiori esponenti della corrente artistica che, per la prima volta, lasciano a casa paesaggi e ninfee per rivelare quadretti d’intimità e vita familiare, uscite in società e ritratti d’infanzia. Cinque sezioni per sessanta opere, da Donna con caffettiera (1890-1895) di Paul Cézanne a Jeantaud, Linet et Lainé (1871) di Edgar Degas, due piani espositivi per sculture e dipinti di rara bellezza. […]

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.