«Memorie» di Ettore Modigliani, il 29 maggio la presentazione alla Pinacoteca di Brera

Mercoledì 29 maggio, a partire dalle ore 18, la Sala della Passione della Pinacoteca di Brera farà da sfondo ad un evento eccezionale, la celebrazione di una delle personalità cardine della storia del noto museo milanese. Ettore Modigliani aveva 35 anni quando divenne direttore della Pinacoteca e per un altro quarto di secolo portò avanti con fierezza il proprio compito, consapevole della straordinaria eredità di cui era responsabile. Con lui le sale di Brera vissero l’emozione di ospitare, nel 1913, la Gioconda di Leonardo da Vinci, oltre al ritorno delle opere trafugate dagli austriaci e all’arricchimento delle collezioni con nuove acquisizioni. Ma Ettore Modigliani si ritrovò anche a vivere in un periodo storico travagliato ed ingiusto, che lo costrinse – lui ebreo, lui antifascista – ad essere privato della sua carica e a nascondersi nelle Marche per sfuggire alle persecuzioni. A guerra finita, tornò alla Pinacoteca, ormai diretta da Fernanda Wittgens e distrutta dai bombardamenti. 

L’11 febbraio 1946, nel giorno in cui ottenne l’incarico di soprintendente, Ettore Modigliani scrisse la parola fine alle Memorie che aveva composto negli anni precedenti. Terminò il testo con un augurio di rinascita, un messaggio di fiducia, per quella sua Brera che amava tanto. 

«Eppure tutti questi beni culturali risorgeranno a gloria della città, come prima e migliori di prima. Io ringrazio la sorte di avermi concesso, innanzi lo scoccare della mia ora fatale, di essere un operaio di questa ricostruzione. Possano le forze assistermi! Non chiedo altro»

Ettore Modigliani

Fino ad ora inedite, le Memorie di Ettore Modigliani sono state infine date alle stampe, in un volume curato da Marco Carminati che celebra, come recita il sottotitolo, «la vita movimentata di un grande soprintendente di Brera». Edito da Skira, il testo riporta un saggio introduttivo dell’attuale direttore del museo, James Bradburne, il quale interverrà anche alla presentazione al pubblico delle Memorie, proprio il 29 maggio. Allora appuntamento a Brera, in quella sua Brera a cui Ettore Modigliani ha dedicato, con fedeltà e passione, gli anni centrali della sua vita. 

Leggi anche:

«Pala di Brera»: la modernità nascosta di Piero della Francesca




***

Frammenti è una rivista online di attualità e cultura edita dall'associazione culturale no profit Il fascino degli intellettuali.
Se ti piace quello che facciamo, puoi sostenerci con una piccola donazione!


Jennifer Marie Collavo

Nata nel '96 ma del secolo sbagliato, cresciuta in una famiglia multiculturale e multilingue. Una laurea in Conservazione e gestione dei beni culturali ed un'insopprimibile passione per tutto ciò che è antico, polveroso ed enigmatico. Amo follemente i cipressi, Napoleone, la spumosa schiuma della birra e i viaggi on the road.
Avatar
Condividi:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.