fbpx
Placeholder Photo

Morto Wes Craven, padre dell’horror

1 minuto di lettura

LOS ANGELES – Un tumore al cervello ha spento a 76 anni Wes Craven, tra i grandi fondatori dell’horror, nella sua casa di Los Angeles. Nel 1984, con Nightmare ha inventato la figura del serial killer Freddy Krueger, fra le più conosciute icone dell’orrore. L’ultimo film risale al 2011 ed è il quarto capitolo della serie Scream, iniziata nel 1996. Craver ha il merito di aver scoperto Johnny Depp, comparso per la prima volta sul grande schermo grazie a Nightmare.

Il regista nato a Cleveland nel ’39 si laurea in lettere e filosofia, lavorando poi come insegnante per la stessa John Hopkins University. Dopo gli studi umanistici, però, Wes Craven decide di trasformare la sua passione per il cinema – specie per quello di Ingmar Bergman – in un nuovo lavoro, facendo gavetta in una piccola casa di produzione. L’ultima casa a sinistra (1972) Le colline hanno gli occhi (1977) sono i suoi due film d’esordio, col tempo diventati pellicole di culto.

«I miei primi due film hanno fatto a pezzi tutti i luoghi comuni riguardanti le idee di come andava trattata la violenza al cinema. Prima la violenza cinematografica era gentile e pulita; io l’ho resa dolorosa, prolungata, scioccante e molto umana. E sono io che ho reso umani gli assassini».

Wes craven

A.P. 

Redazione

Frammenti Rivista nasce nel 2017 come prodotto dell'associazione culturale "Il fascino degli intellettuali” con il proposito di ricucire i frammenti in cui è scissa la società d'oggi, priva di certezze e punti di riferimento. Quello di Frammenti Rivista è uno sguardo personale su un orizzonte comune, che vede nella cultura lo strumento privilegiato di emancipazione politica, sociale e intellettuale, tanto collettiva quanto individuale, nel tentativo di costruire un puzzle coerente del mondo attraverso una riflessione culturale che è fondamentalmente critica.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.