fbpx
Placeholder Photo

Rcs libri comprata da Mondadori:
nasce il colosso dell’editoria

4 minuti di lettura

MILANO – Ieri sera è stato perfezionato l’accordo che tanto ha fatto discutere in questi anni: Mondadori ha acquistato Rizzoli libri per 127,5 milioni di euro. La fusione tra le due società avverrà definitivamente non appena l’Antitrust (l’Autorità Garante della Concorrenza e il Mercato) dà il suo via libera. A ostacolare la buona riuscita della trattativa c’è infatti l’effetto-terremoto sul mercato: quello che si verrebbe a creare è un monopolio di quasi il 40% dell’editoria libraria e, secondo le stime, dal fatturato di oltre 500 milioni – quando, nel 2014, l’intero mercato italiano valeva 1,2 miliardi -. La firma del contratto da parte di Rcs libri aggiunge preziosi marchi alla casa fondata da Arnoldo Mondadori. Oltre a Einaudi, Piemme, Sperling&Kupfer,  Frassinelli ed Electa, infatti, la società capeggiata da Marina Berlusconi acquisirà Rizzoli, Bur, Bompiani, Archinto, Fabbri editori, Marsilio. L’unica ad essere esclusa dal contratto è Adelphi, di nuovo in mano a Roberto Calasso. Ecco il comunicato ufficiale di Mondadori:

A seguito del Consiglio di Amministrazione di Arnoldo Mondadori Editore S.p.A., riunitosi oggi sotto la presidenza di Marina Berlusconi, l’amministratore delegato Ernesto Mauri ha sottoscritto il contratto relativo all’acquisizione di RCS Libri S.p.A. L’accordo consentirà al Gruppo Mondadori di consolidare la propria presenza in Italia nel mercato dei libri trade e nell’editoria scolastica, nonché negli illustrati a livello internazionale.
Il perimetro dell’operazione comprende l’intera quota del 99,99% posseduta da RCS MediaGroup S.p.A. in RCS Libri S.p.A. con le sottostanti partecipazioni – che al closing includeranno il 94,71% di Marsilio Editore S.p.A. – ed escluderanno il 58% posseduto in Adelphi Edizioni S.p.A. Tale perimetro ha registrato nell’esercizio 2014 i seguenti valori pro-forma: ricavi per 221,6 milioni di euro, EBITDA ante oneri non ricorrenti per 8,8 milioni di euro e investimenti per 11 milioni di euro, di cui 1,7 milioni destinati al rinnovo delle librerie Rizzoli.

Il corrispettivo dell’operazione è pari a 127,5 milioni di euro e riflette una PFN media (per neutralizzare gli effetti della stagionalità del business) e rettificata (anche includendo il riacquisto delle minorities di Marsilio) pari a -2,5 milioni di euro. Poiché il corrispettivo riflette le aspettative di risultato per l’esercizio in corso, sono previsti meccanismi di aggiustamento del prezzo pari a massimi +/-5 milioni di euro legati al raggiungimento di predeterminati obiettivi economici nel 2015. È inoltre previsto un earn-out a favore di RCS MediaGroup S.p.A. sino a 2,5 milioni di euro, condizionato al conseguimento nel 2017 di determinati risultati nel segmento libri.

L’operazione prevede le usuali dichiarazioni e garanzie a favore dell’acquirente. L’acquisizione, il cui corrispettivo sarà regolato per cassa alla data del closing, sarà finanziata tramite l’utilizzo di linee di credito; il Gruppo ha recentemente siglato un accordo con le banche finanziatrici per rimodulare le attuali linee in relazione all’operazione, rivedendone scadenze e condizioni.

Con l’operazione Mondadori acquisirà la titolarità esclusiva di tutti i marchi in ambito librario, tra cui Rizzoli. L’accordo prevede inoltre che le testate di RCS MediaGroup possano continuare ad esercitare un’attività editoriale libraria in linea con quella attuale. Il perfezionamento dell’operazione è soggetto all’approvazione delle competenti autorità regolatorie; eventuali provvedimenti di autorizzazione condizionata non pregiudicheranno il completamento dell’operazione.

Fonte: http://www.sololibri.net/Ottobre-2013-7-novita-Mondadori-in.html
Fonte: http://www.sololibri.net/Ottobre-2013-7-novita-Mondadori-in.html

 

 

A.P.

 

 

 

 

 

Redazione

Frammenti Rivista nasce nel 2017 come prodotto dell'associazione culturale "Il fascino degli intellettuali” con il proposito di ricucire i frammenti in cui è scissa la società d'oggi, priva di certezze e punti di riferimento. Quello di Frammenti Rivista è uno sguardo personale su un orizzonte comune, che vede nella cultura lo strumento privilegiato di emancipazione politica, sociale e intellettuale, tanto collettiva quanto individuale, nel tentativo di costruire un puzzle coerente del mondo attraverso una riflessione culturale che è fondamentalmente critica.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.