fbpx
Santuario di Montenero.
Foto di Chiara Mainardi © Il fascino degli intellettuali

Da Riomaggiore a Monterosso,
le meraviglie delle Cinque Terre

3 minuti di lettura

C’è stato un tempo in cui le Cinque Terre erano collegate tra loro e con l’entroterra soltanto dai tortuosi sentieri che si inerpicavano sul versante della montagna. Oggi queste vie sono un modo alternativo per esplorare i cinque bellissimi borghi, lontani dal caos dei turisti e più vicini al cuore della terra ligure.

Santuario di Montenero. Foto di Chiara Mainardi © Il fascino degli intellettuali
Santuario di Montenero.
Foto di Chiara Mainardi © Il fascino degli intellettuali

Diventa difficile categorizzare questo itinerario. Artistico culturale, naturale, sportivo, culinario? Sembra essere tutto insieme. Un itinerario incantevole per una passeggiata romantica con il vostro compagno, per scattare foto suggestive, ma anche per fare un picnic con gli amici, o per una gita con la famiglia. Interessante per gli appassionati di trekking ma anche per gli amanti di architettura e di storia medievale.

Si tratta delle Cinque Terre (Riomaggiore, Manarola, Corniglia, Vernazza, Monterosso), che vi vogliamo presentare da un punto di vista insolito. Gli accessi più noti a questi luoghi suggestivi sono attraverso i traghetti, da cui ci si meraviglia dei fondali rocciosi e dell’acqua cristallina, o attraverso i treni, da cui si rimane colpiti per i colori vivaci delle case costruite a picco sul mare. Noi però, vogliamo proporvi itinerari ben conosciuti dagli abitanti della zona, ma ancora poco noti ai turisti: itinerari che vi faranno incontrare i profumi più intensi e l’aria più incontaminata, e che vi faranno addentrare nel verde dei boschi che danno le spalle alle rocce, mettendovi in movimento e portandovi a scoprire architetture antiche di un millennio.

Ben 44 sentieri collegano l’entroterra. Alcuni più semplici, altri più impegnativi, ma accessibili a chiunque. Possiamo scegliere sentieri per un itinerario alla scoperta di vigneti terrazzati, o alla scoperta di insediamenti antichi, uno per contemplare la natura più incontaminata e un altro ancora per scoprire, in mezzo al bosco, antichi santuari e chiese.

Innanzitutto, togliamo la connessione dal cellulare. Se ci interessa rimanere impressionati dalla natura e dai terrazzamenti a picco sul mare, è da Manarola che dobbiamo partire. Prenderemo un sentiero che ci porta fino a Corniglia. La prima metà del sentiero si snoda tra i vigneti verticali che sostituirono i boschi secoli fa. Gli abitanti della zona avevano bisogno di coltivare. Il terreno, tuttavia, era troppo ripido, ma loro non si arresero: iniziarono a lavorare la roccia, e intagliarono terrazze coltivabili sostenute da muretti in arenaria e pietrisco. Lo scrittore […]

Articolo pubblicato integralmente sul numero estivo della nostra rivista cartacea.
Per ulteriori informazioni e/o acquistare, clicca qui.

Silvia Lazzaris

[jigoshop_category slug=”cartaceo” per_page=”8″ columns=”4″ pagination=”yes”]

[jigoshop_category slug=”pdf” per_page=”8″ columns=”4″ pagination=”yes”]

 

Redazione

Frammenti Rivista nasce nel 2017 come prodotto dell'associazione culturale "Il fascino degli intellettuali” con il proposito di ricucire i frammenti in cui è scissa la società d'oggi, priva di certezze e punti di riferimento. Quello di Frammenti Rivista è uno sguardo personale su un orizzonte comune, che vede nella cultura lo strumento privilegiato di emancipazione politica, sociale e intellettuale, tanto collettiva quanto individuale, nel tentativo di costruire un puzzle coerente del mondo attraverso una riflessione culturale che è fondamentalmente critica.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.