fbpx
Placeholder Photo

Al via la nuova stagione del Teatro Carcano:
tanti linguaggi diversi per tutti i tipi di pubblico

2 minuti di lettura

A un anno dall’ingresso al Teatro Carcano di Milano dei nuovi direttori artistici Sergio Fantoni e Fioravante Cozzaglio e a pochi mesi dalla costituzione del Centro d’Arte Contemporanea che ha recentemente ottenuto il riconoscimento ministeriale – viene presentato il primo cartellone da loro effettivamente e completamente sottoscritto.

Più che “una” stagione, la Stagione 2015/16 del Carcano è un intreccio di stagioni. Nel calendario trovano posto la prosa, la danza contemporanea, la musica, il teatro per famiglie, per bambini e studenti, oltre naturalmente alle più diverse iniziative di carattere culturale che vanno dai protagonisti della Storia messi a processo, a cura di Elisa Greco, al Caravaggio di Vittorio Sgarbi.

La prosa è in gran parte – cosa mai successa al Carcano – di drammaturgia contemporanea, alternata a una stagione di danza organizzata con il partner Spellbound Contemporary Ballet, che parte con Mara Galeazzi e Hubbard Street 2 e arriva al Balletto di Roma, passando per Mummenschanz e altre compagnia internazionali; alle iniziative musicali inaugurate con laVerdi di Milano, partner del Carcano per la musica nei prossimi anni; al teatro ragazzi in collaborazione con la compagnia bolognese Fantateatro.

Il senso di tutto questo è di mischiare pubblico e linguaggi, allargare con intelligenza la platea degli spettatori, inventare un modo di essere innovativi e contemporanei, colti e insieme popolari, legando in un unico nodo le intuizioni artistiche, le emozioni collettive, il piacere del divertimento, la forte socialità propria del teatro.

In stagione prenderà vita anche una nuova iniziativa nel campo del sociale – che va ad affiancarsi alle attività che da tempo il Carcano realizza con la II Casa di Reclusione di Milano-Bollate e l’Associazione Arte in Tasca – in collaborazione con Ai.Bi., Amici dei Bambini, a sostegno delle attività contro la piaga mondiale dell’abbandono dei minori.

Qui il programma completo della stagione 2015/16

 

30

 

 

 

 

 

Redazione

Frammenti Rivista nasce nel 2017 come prodotto dell'associazione culturale "Il fascino degli intellettuali” con il proposito di ricucire i frammenti in cui è scissa la società d'oggi, priva di certezze e punti di riferimento. Quello di Frammenti Rivista è uno sguardo personale su un orizzonte comune, che vede nella cultura lo strumento privilegiato di emancipazione politica, sociale e intellettuale, tanto collettiva quanto individuale, nel tentativo di costruire un puzzle coerente del mondo attraverso una riflessione culturale che è fondamentalmente critica.