fbpx

Bergamo alta: la terrazza lombarda

4 minuti di lettura

di Rossana Casolino

Tra arte e cultura, tra cielo e città, ecco la meta perfetta per una fantastica gita in giornata: Bergamo Alta. Camminando lentamente fino Piazza Duomo, si possono scoprire le strette vie medioevali, con in sottofondo solamente l’eco della musica degli artisti di strada e il respiro affannato dei passanti. Poi si possono salire i 52 metri di gradini della Torre in Piazza Vecchia e fare un giro alla Rocca.   

Se la distanza ve lo permette e se il tempo è clemente, Bergamo Alta è quello che fa per voi.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Non tutti forse sanno che Bergamo in realtà ha due “anime”: una, il cuore storico, e l’altra, la parte moderna. Il cuore, cioè città Alta, si trova a ridosso delle prime alture, sopraelevato e circondato da alte e imponenti mura.

Raggiungere la parte alta della città è semplice, non si può sbagliare, grazie al bus 1 (che passa più o meno ogni cinque minuti) appena fuori dalla stazione. A piedi: una bella avventura tra le mille stradine selvagge che che si arrampicano da ogni lato fino alle mura. Via funicolare: mezzo antico e affascinante, permette una comoda vista panoramica durante la salita e, all’arrivo, una breve sosta al caffè storico della funicolare è d’obbligo.

5770442857_794c7d1d34_b

La prima cosa che si percepisce mettendo piede a Bergamo Alta è la bellezza e l’assoluta calma del luogo. Passeggiare tranquillamente sopra le storiche mura di origine veneziana dà un senso di tranquillità e, addentrandosi tra le le via della cittadella, costruita essenzialmente come luogo di riposo per le legioni dell’esercito, ci si catapulta immediatamente indietro nel tempo.

Passeggiando per la città, l’arte e la storia sono presenze costanti, con la Cappella Colleoni, il Duomo, la Chiesa di S. Maria Maggiore. Se siete nei dintorni del Palazzo della Ragione guardando per terra si può rimanere intrigati dallo stravagante comportamento di una meridiana da “cattedrale” che segna il tempo vero e quello medio locale. Tra le numerose cose da fare, ci si può lasciar stregare dal Castello di San Vigilio: costruito come punto di avvistamento, gode di una vista unica sulle prealpi bergamasche.

La peculiarità e la caratteristica che più affascina di Bergamo Alta è l’atmosfera: calda.

I tanti negozi che si integrano perfettamente nel contesto sembrano essere lì da sempre: ripropongono articoli selezionati e di qualità, affascinanti pezzi di artigianato e prodotti locali della tradizione, come il piatto polenta e osei (uccelli), nella sua versione dolce tipicamente bergamasca.

bergamo-391327_1920

Tra una passeggiata e un po’ di storia c’è sempre posto per un gelato. Per gli amanti della stracciatella, il consiglio è la gelateria Marianna: è lì che il gusto della stracciatella è stato inventato. Se per un breve spuntino si preferisce invece il salato, suggeriamo il panificio Tre soldi, dove la qualità dei prodotti è ottima e la scelta ampia. Per una cena o un pranzo fermarsi alla trattoria Parietti è cosa buona e giusta soprattutto se si vuole assaggiare la “vera” polenta.

Una gita breve ma unica: mentre i muri sussurrano la loro storia alle vostre orecchie, gli occhi si perdono sulle verdi vallate sottostanti e la calma del luogo vi costringe ad amarlo profondamente.  

Redazione

Frammenti Rivista nasce nel 2017 come prodotto dell'associazione culturale "Il fascino degli intellettuali” con il proposito di ricucire i frammenti in cui è scissa la società d'oggi, priva di certezze e punti di riferimento. Quello di Frammenti Rivista è uno sguardo personale su un orizzonte comune, che vede nella cultura lo strumento privilegiato di emancipazione politica, sociale e intellettuale, tanto collettiva quanto individuale, nel tentativo di costruire un puzzle coerente del mondo attraverso una riflessione culturale che è fondamentalmente critica.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.