fbpx
Placeholder Photo

Cos’ha detto Umberto Eco
a proposito del Manzoni

1 minuto di lettura

umberto-eco--644x362

Umberto Eco, il grande semiologo, scrittore e filosofo recentemente scomparso, nel 2010 parlava così de I Promessi Sposi, capolavoro del Manzoni:

«Molti pensano che “I promessi sposi” sia noioso perché sono stati obbligati a leggerlo a scuola verso in quattordici anni, e tutte le cose che facciamo perché siamo obbligati sono delle gran rotture di scatole. Io questa storia ve l’ho raccontata perché mio papà mi aveva regalato il libro prima, e così me lo ero letto con lo stesso piacere con cui leggevo i miei romanzi d’avventure. Certo, era più impegnativo, certe descrizioni sono un poco lunghe e si incomincia a gustarle dopo averle lette due o tre volte, ma vi assicuro che il libro è appassionante. Non so se oggi a scuola lo fanno ancora leggere; se avrete la fortuna di non doverlo studiare, quando sarete grandi provate a leggerlo per conto vostro. Ne vale la pena.»

Eco nel 2008 ha ricevuto il premio alla carriera conferitogli dal Premio Letterario Internazionale “Alessandro Manzoni – Città di Lecco”. Intervistato da Michele Fazioli di RSI, ha parlato a lungo del suo rapporto con Manzoni, e anche in questo caso I promessi sposi sono un’ottima occasione per descrivere il funzionamento della letteratura.

Guarda l’intervista:

[jigoshop_category slug=”cartaceo” per_page=”8″ columns=”4″ pagination=”yes”]

[jigoshop_category slug=”pdf” per_page=”8″ columns=”4″ pagination=”yes”]

Redazione

Frammenti Rivista nasce nel 2017 come prodotto dell'associazione culturale "Il fascino degli intellettuali” con il proposito di ricucire i frammenti in cui è scissa la società d'oggi, priva di certezze e punti di riferimento. Quello di Frammenti Rivista è uno sguardo personale su un orizzonte comune, che vede nella cultura lo strumento privilegiato di emancipazione politica, sociale e intellettuale, tanto collettiva quanto individuale, nel tentativo di costruire un puzzle coerente del mondo attraverso una riflessione culturale che è fondamentalmente critica.

1 Comment

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.