fbpx

Lerici e il Golfo dei Poeti

Alla scoperta dei borghi italiani: Lerici e Tellaro, fra mare e cultura

4 minuti di lettura

All’estremità meridionale di un piccolo golfo, appare l’antico borgo di Lerici sovrastato dallo spettacolare castello pisano. Il centro abitato iniziò ad assumere la forma attuale quando cadde in possesso di Genova nel 1152 ma furono i pisani, fra il 1241 e il 1256 a mutarne il volto edificandovi il borgo nuovo, detto pisano, e il castello. Seguirono alterne vicende e dominazioni fino alla definitiva riconquista genovese. Nel XVII e XVIII secolo lo sviluppo fu dovuto agli armatori e con l’Ottocento e il Novecento arrivarono i turisti e un nutrito gruppo di poeti, scrittori e artisti, soprattutto dal nord Italia.

Lerici
Veduta di Lerici. Fonte: Wikipedia

L’oratorio di San Rocco, realizzato nel 1524 su una preesistente chiesa duecentesca, custodisce dipinti cinquecenteschi e una bella pala d’altare del XVII secolo di Domenico Fiasella.

Lerici
San Rocco. Fonte: Wikipedia
Lerici
San Rocco, interni. Fonte: Wikipedia

Nella chiesa di San Francesco, costruita nella prima metà del Seicento, è conservato un insolito pulpito in ardesia dal quale avrebbe predicato anche san Bernardino da Siena.

Lerici
San Francesco. Fonte: Wikipedia

Il borgo di Lerici è dominato dal possente e spettacolare castello del Duecento, ex sede di un importante museo geopaleontologico chiuso nel 2015. Da notare al suo interno la cappella di Sant’Anastasia. Da qui si gode una splendida vista sul borgo e su tutto il Golfo dei Poeti.

Lerici
Castello di Lerici. Fonte: Wikipedia

Altro monumento notevole è la casa dove avrebbe dimorato il famoso ammiraglio genovese Andrea Doria nel 1528 con il suo soffitto ligneo a cassettoni. Il vecchio convento dei Cappuccini è oggi sede del Palazzo Municipale mentre il lungomare Vassallo, con i suoi giardini, negozi e trattorie, conduce a piazza Garibaldi, l’antica piazza principale di Lerici affacciata sul porticciolo turistico.

Lerici
piazza Garibaldi. Fonte: Booking.com

Villa Magni, sulla vicina spiaggia di San Terenzo, fu l’ultima dimora nel settembre del 1822, del poeta romantico inglese Percy B. Shelley.

Leggi anche:
La Liguria che sorride dal Golfo dei Poeti

Lerici
Villa Magni. Fonte: Wikipedia

Tellaro è una frazione di Lerici situata circa 4 km a sud-est. Il suo antico assetto urbano appare integro, con la piazza principale prospiciente il mare, le chiese di San Giorgio e di Santa Maria in Selàa e due delle tre torri erette dai pisani. Il suo piccolo abitato, con vicoli stretti, scalette, sottopassi e arcate è una vera delizia per gli occhi.

Tellaro
Veduta di Tellaro. Fonte: Wikipedia

Una curiosità è la spettacolare festa del Natale subacqueo di Tellaro, con il borgo illuminato da migliaia di candele e la statua di Gesù Bambino che emerge a mezzanotte dal mare fra lo stupore della popolazione.

Tellaro
festa del Natale subacqueo. Fonte: do-in-italy.com
Lerici
Veduta del porto di Lerici. Fonte: Wikipedia

Lerici (SP)
Altitudine
: 10 m
Abitanti: 9.648

Come arrivare:

  • Le stazioni ferroviarie più vicine sono a La Spezia e a Sarzana, entrambe collegate con Lerici tramite servizi di autobus
  • In auto, uscire a Sarzana sulla A12 Genova – Livorno e proseguire per 7 km. Dal casello di La Spezia sulla A15 Parma – La Spezia proseguire per circa 10 km
  • Collegamenti marittimi in battello da La Spezia e da Portovenere

Non abbiamo grandi editori alle spalle. Gli unici nostri padroni sono i lettori. Sostieni la cultura giovane, libera e indipendente: iscriviti al FR Club!

Segui Frammenti Rivista anche su Facebook e Instagram, e iscriviti alla nostra newsletter!

Gianpaolo Palumbo

Classe 1990, laureato in Scienze Politiche. Appassionato di storia, arte e cinema. "Per avere una narrazione è sufficiente che ci sia un narratore, una storia e qualcuno a cui raccontarla" (Andrea Bernardelli, "La narrazione", 1999).

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.