Librerie indipendenti, capitolo II: le tappe obbligatorie di Milano

In un mondo in cui la carta stampata rischia di andare in pensione, in cui a guardare le statistiche sembra che siano più quelli che scrivono rispetto a quelli che leggono, in cui sembra che tutte le piccole librerie indipendenti dovrebbero smettere di esistere, queste trovano comunque il modo di r-esistere. Restano e – anzi – giorno dopo giorno sembrano crescere di numero. Viene da chiedersi perché. E viene da darsi delle risposte, a conoscere i librai, mentre ti propongono il volume perfetto per te in quel momento, in quella situazione.

Una di queste risposte è senza dubbio il cambiamento, perché quando si sceglie di dedicare la propria vita ad un servizio che sembra dover scomparire non basta “tenere aperto”, bisogna avere le idee e devono essere quelle giuste.

Un esempio virtuoso sono due librerie di Milano, la Libreria del Mondo Offeso e la Gogol & Company, che combinano un’ampia scelta di volumi con un ambiente di condivisione in cui mangiare, bere un buon calice di vino, chiacchierare delle ultime pagine lette ma non solo.

Leggi anche: 
Librerie Indipendenti, capitolo I: Ex Libris di Genova

Libreria del Mondo Offeso

Piazza San Simpliciano 7 (ad un passo dalla zona di Porta Nuova, raggiungibile dalla fermata della Metro di Lanza, vicino al Piccolo Teatro): un piccolo angolo di paradiso dedicato alla lentezza, nato nel 2008.

Il nome “Libreria del Mondo Offeso” è preso dal libro Conversazione in Sicilia di Elio Vittorini: «un viaggio alla scoperta di un mondo offeso, che obbliga a prese di responsabilità.»

La libreria è specializzata in narrativa italiana del ‘900 e contemporanea, ma vi si trovano testi teatrali, volumi fuori catalogo, poesia e narrativa di ogni età. In libreria si può partecipare ad attività di ogni genere: reading, concerti e letture teatralizzate. Ma per chi vuole leggere o chiacchierare accompagnandosi con un buon calice, un succo, un caffè, all’interno della libreria è presente anche un bistrot!

Librerie indipendenti

Gogol & Company

Libreria, ma anche centro espositivo e caffetteria. Letteratura, arte e pancia piena si uniscono sotto lo stesso tetto in questo centro culturale indipendente che si affaccia su piazza Berlinguer (zona sud di Milano).

Non è solo l’atmosfera che si respira ad attrarre un pubblico numeroso, ma uno spazio multiforme che accoglie il confronto delle arti, il dialogo, la novità. Al buon assortimento di vini e volumi si abbinano esposizioni artistiche sempre diverse: dalla fotografia all’illustrazione, nessuna forma d’arte è esclusa, l’importante è che il messaggio arrivi chiaro.

Librerie indipendenti

La cultura non si spegne. La letteratura non va e non andrà certamente in pensione, ma nonostante questo, oggi, il digitale sta via via togliendo spazio ai piccoli centri culturali come le librerie indipendenti. Eppure ci sono diversi escamotage che si possono sfruttare per garantire agli affezionati il tanto caro odore di carta e i messaggi a matita scritti tra le pagine di libri che sono passati, prima, da mille altre mani: La Libreria del Mondo Offeso e Gogol & Company sono un buon esempio da cui prendere spunto e, senz’altro, una tappa obbligatoria per gli amanti del libro a Milano.




***

Frammenti è una rivista online di attualità e cultura edita dall'associazione culturale no profit Il fascino degli intellettuali.
Se ti piace quello che facciamo, puoi sostenerci con una piccola donazione!


Marta Mantero

Sulla carta c'è una ventitreenne laureata in scienze delle relazioni internazionali.
Sulla pelle ci sono i libri, la musica, il buon cinema e il mare mosso.
Nella pancia c'è il teatro.
Marta Mantero
Condividi:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.