Venezia76, a «Joker» di Todd Phillips il Leone d’Oro

La 76^ edizione del festival del cinema di Venezia giunge al termine. Il prestigioso Leone d’oro è stato assegnato a Joker di Todd Phillips, uno dei film più attesi di questa edizione e tra i favoriti della vigilia.

L’ultimo Leone d’oro fu vinto nel 2018 da Roma, di Alfonso Cuaron.

Scopri i vincitori di tutte le categorie!

Concorso

La Giuria internazionale di Venezia 75 ha assegnato ai lungometraggi in Concorso i seguenti premi:

Leone d’Oro per il miglior film:  
«Joker» di Todd Phillips.

Leone d’Argento – Gran Premio della Giuria:  
«J’accuse» di Roman Polanski

Leone d’Argento – Premio per la migliore regia:  
Roy Andersson per «About Endlessness» 

Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile:  
Ariane Ascaride per «Gloria Mundi»

Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile:  
Luca Marinelli per «Martin Eden»

Premio miglior sceneggiatura:
«No.7 Cherry Lane»  di Yonfan

Premio Speciale della Giuria:
«La Mafia non è più quella di una volta» di Maresco Franco

Premio Marcello Mastroianni a un giovane attore o attrice emergente:  
Toby Wallace per «BabyTeeth»

I vincitori di Orizzonti, i film rappresentanti delle nuove tendenze

La Giuria internazionale della sezione Orizzonti assegna, senza possibilità di ex-aequo, i seguenti premi:

Premio Orizzonti per il miglior film:  
«Atlantis» di  Valentyn Vasyanovych

Premio Orizzonti per la migliore regia:  
Théo Court per «Blanco en Blanco»

Premio Speciale della Giuria Orizzonti:  
«Verdict» di Raymund Ribay Gutierretz

Premio Orizzonti per la migliore interpretazione femminile:  
Marta Nieto  per «Madre»

Premio Orizzonti per la miglior interpretazione maschile:  
Sami Bouajila  per «Bik Eneich – un fils»

Premio per Orizzonti per la migliore sceneggiatura:
Jessica Palud
 per «Revenir»

Premio opera prima “Luigi De Laurentiis”

La Giuria internazionale del Premio Venezia Opera Prima “Luigi De Laurentiis”-Leone del Futuro, è composta dal  regista e sceneggiatore serbo Emir Kusturica (presidente), dalla regista italiana Antonietta De Lillo, dall’attrice tunisina Hend Sabry, dal produttore Michael J. Werner e dal regista americano Terence Nance

La Giuria Internazionale ha assegnato un premio di 100.000$, messi a disposizione da Filmauro, che saranno suddivisi in parti uguali tra il regista e il produttore a: 

«You will die at 20» di Amjad Abu Alala 

Venezia Classici

La Giuria di Venezia Classici, composta da 22 studenti – indicati dai docenti – dei corsi di cinema delle università italiane, dei DAMS e della veneziana Ca’ Foscari, assegnerà senza possibilità di ex aequo, il Premio Venezia Classici per il Miglior film restaurato. La Giuria potrà altresì premiare il Miglior documentariosul cinema presentato all’interno della Sezione. La Giuria è presieduta da Costanza Quatriglio (Italia), regista.

Premio Venezia Classici per il Miglior Documentario Sul Cinema:  
«Babenco – Tell me When I Die»  di Barbara Pazzi

Premio Venezia Classici per il Miglior Film Restaurato:   
«Estase» di Gustav Machatý

Venice Virtual Reality

La Giuria Venice Virtual Reality assegnerà – esclusa la possibilità di ex aequo – i seguenti premi: Gran Premio della Giuria per la migliore opera VR immersivaMigliore esperienza VR immersiva per contenuto interattivoMigliore storia VR immersiva per contenuto lineare. La Giuria internazionale della sezione Venice Virtual Reality è composta da LaurieAnderson – Presidente (USA), compositrice, artista, regista, Francesco Carrozzini (Italia), fotografo e Alysha Naples (Italia), designer.

Miglior VR Storia Immersiva: 
«Daughters of Chibok» di Joel Kachi Benson 

Migliore Esperienza VR per contenuto interattivo:  
«A linha» di Ricardo Laganaro 

Migliore opera VR:  
«The Key» di  Céline Tricart

Alessandro Cavaggioni

Appassionato di storie e parole. Amo il Cinema, da solo e in compagnia, amo il silenzio dopo una proiezione e la confusione di parole che esplode da lì a poche ore.
Un paio d'anni fa ho plasmato un altro me, "Il Paroliere matto". Una realtà di Caos in cui mi tuffo ogni qual volta io voglia esprimere qualcosa, sempre con più domande che risposte. Uno pseudonimo divenuto anche canale YouTube e pagina instagram.
Alessandro Cavaggioni
Condividi:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.