fbpx

50 sfumature di… BDSM: cinque film (e una serie tv) da vedere

/
6 minuti di lettura

BDSM: Bondage & Disciplina, Dominazione & Sottomissione, Sadismo & Masochismo. Una categoria ampissima dove rientrano diverse pratiche sessuali, erotiche e relazionali che ruotano attorno a dinamiche di potere, che trovano attuazione in ambiti che vanno dal sadomaso al feticismo, fino al bondage. Pratiche basate, lo ricordiamo, sul consenso e sul desiderio reciproco di attuarle. Il cinema ha storicamente ammiccato all’ampio mondo del BDSM, usandolo sia come approccio al cinema erotico, sia come metafora per temi storici, sociali, psicologici. Vi consigliamo di seguito cinque noti film (e una serie TV) che trattano tematiche legate al BDSM per avvicinarsi al tema, dagli anni Settanta ad oggi.

Leggi anche:
Orgasmo: tutto ciò che non sappiamo di un grande mito

«Il portiere di notte» (1974)

Un film particolare e scandaloso quello di Liliana Cavani: Il portiere di notte si basa sull’erotizzazione del nazismo tramite la storia di un ex ufficiale SS (Max, interpretato da Dirk Bogarde) e di una deportata nei campi di sterminio (Lucia, interpretata Charlotte Rampling).

Leggi anche:
Il fascino indiscreto della dittatura: l’erotizzazione del nazismo nel cinema italiano

I due sono il primo un portiere notturno, la seconda l’ospite di un hotel di lusso. I protagonisti svilupperanno un rapporto passionale e violento, di tipo sadomasochistico, in una relazione complessa che indaga il tema del possesso ed esplora i limiti umani.

Il festival dell'incubo ravennate ospita "Il portiere di notte" - The  MacGuffin

«Venere in pelliccia» (2013)

Venere in pelliccia di Roman Polański è un film ispirato all’omonimo romanzo erotico dell’autore austriaco Leopold Von Sacher-Masoch, portato poi a teatro da David Ives, co-sceneggiatore del film. Il registra teatrale Thomas è alla ricerca di una brava attrice per il ruolo di Vanda, del romanzo Venere in pelliccia.

BDSM

L’uomo incontra a teatro proprio Vanda, una ragazza volgare, vestita in pelle e borchie, di scarso talento: la sua unica affinità con il personaggio sembra la sua omonimia. Thomas si renderà però conto del potenziale della ragazza in un mescolamento dei ruoli dove finzione e realtà si fondono, si contaminano, mescolando il ruolo di attrice e regista, di dominato e dominatrice.

«Quills – La penna dello scandalo» (2000)

Diretto da Philip Kaufman, il film Quill vanta una cast di altissimo livello: Geoffrey Rush, Kate Winslet, Joaquin Phoenix, e molti altri. La storia si svolge nel sanatorio dove fu detenuto il marchese De Sade negli ultimi anni di vita. Il protagonista viene ritratto nel momento della scrittura, linfa vitale del Divin Marchese, e viene aiutato nella pubblicazione dei suoi manoscritti da Madelaine, una lavandaia.

BDSM

Gli scritti del marchese circolano, creando scandalo e influenzando le menti dei suoi lettori. A partire da un singolo, celebre personaggio, il regista offre una visione colare della società francese del XVIII secolo, con un finale tragico.

«Légami!» (1990)

Pedro Almodóvar, accompagnato dalla consueta spalla Antonio Banderas, offre un film drammatico e di grande spessore psicologico sul tema del BDSM. Ricky esce da un manicomio ed è solo al mondo. Sul set di un film, incontra Marina e, incuriosito e affascinato dalla donna, la segue fino a casa, entrando senza autorizzazione nel suo appartamento.

BDSM

Il ragazzo immobilizza la donna e le confessa di “amarla” e di voler essere ad ogni costo ricambiato. Nonostante la donna sia sequestrata e sia spesso vittima di violenze, Marina sembra provare terrore e tenerezza, sviluppando per l’uomo un’attrazione ben delineata dal regista spagnolo in quest’opera dai toni scabrosi e dalla sessualità esasperata.

«A Dangerous Method» (2001)

Diretto da David Cronenberg, questo film BDSM è ambientato a Vienna e Zurigo, agli inizi del Novecento. Carl Gustav Jung, ventenne allievo di Sigmund Freud, lavora in un’ospedale come psichiatra.

BDSM

Qui incontra Sabina Spielrein, una giovane e affascinante paziente a cui Jung applicherà le teorie del maestro, e Otto Gross, un tossicodipendente dagli atteggiamenti amorali che convincerà il protagonista a spogliarsi di ogni tabù e intraprendere una relazione extraconiugale con Sabina, portando alla luce i lati più violenti e passionali dei due.

«Bonding» (2019)

La serie tv Netflix debutta nel 2019 ed è ora in attesa di una seconda stagione, la cui uscita è programmata per il 2021. Bonding racconta la storia di una giovane, “normale” studentessa di psicologia (Tiff , interpetata da Zoe Levin) e del suo migliore amico gay, Pete (Brendan Scannell).

BDSM

Tiff è una studentessa di giorno, ma una dominatrice di notte, per una mera questione economica. La serie ruota intorno a manette, fruste e gag divertenti nell’esilarante rapporto tra due giovani amici alla ricerca di se stessi (e di soldi!).

 


Segui Frammenti Rivista anche su Facebook, Instagram e Spotify, e iscriviti alla nostra Newsletter

Sì, lo sappiamo. Te lo chiedono già tutti. Però è vero: anche se tu lo leggi gratis, fare un giornale online ha dei costi. Frammenti Rivista è edita da una piccola associazione culturale no profit, Il fascino degli intellettuali. Non abbiamo grandi editori alle spalle. Non abbiamo pubblicità. Per questo te lo chiediamo: se ti piace quello che facciamo, puoi iscriverti al FR Club o sostenerci con una donazione. Libera, a tua scelta. Anche solo 1 euro per noi è molto importante, per poter continuare a essere indipendenti, con la sola forza dei nostri lettori alle spalle.

Dalila Forni

1991. Studentessa di Lingue e Letterature Europee ed Extraeuropee a Milano. Vivo di letteratura, pastasciutta e buona birra.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.