Calciatori panini – Poesie poeticamente scorrette

Calciatori Panini

Trovarsi amici cadendo di lato, forse per caso, tra il fango e il lerciume di un prato sconnesso, connesso da raso. Toccarsi le mani, stringersi il volto, distolto lo sguardo tra pari che il “dispari” e il “pari”, ancora, non avevano colto. Raccolto un fiore per meraviglia, calciata una biglia con il cuore puro di chi si assottiglia per prendere un pallone caduto dal muro con scuro rumore e paura del buio. Parlarsi sereni senza pensieri, gli occhi pieni di stupidi averi, pidocchi ripieni e fiocchi di neve blasfemi. Tutto è perfetto, seduti su un tetto di un gioco di gomma che, insomma, rispetto. Due figurini in abiti precisi più o meno, sporchi di sugo, di sangue e terreno, guardarsi le scarpe, pensare un momento e rispondere “Cielo”.

 

Album Panini Sentimentale

Ce l’ho

Ce l’ho

Ce l’ho

Ce l’ho

Ce l’ho

Mi manchi

 

Edoardo Nicola Ghio

Nato il 13 settembre 1994 a Novi Ligure (AL) e residente a Bosio (AL).
Attualmente studente universitario al secondo anno del corso magistrale di Economia della Cultura e del Territorio dell’Università di Torino.
Poeta a tempo perso, perso tra le poesie. Tengo rubriche poetiche per diverse riviste culturali ma, a causa di piccole contratture ai bicipiti, spesso le lascio cadere a terra.
Edoardo Nicola Ghio
Condividi:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.