fbpx

Cinema: i cortometraggi al Festival delle Geografie

In collaborazione con il Festival delle Geografie, che si terrà a Villasanta (MB) dal 15 al 19 settembre.

2 minuti di lettura

Tra le novità di quest’anno al Festival delle Geografie ci sarà la presenza del cinema di qualità, grazie infatti ad una collaborazione con la Festa del Cinema di Mare, il cineteatro Astrolabio di Villasanta e lo Spazio Alfieri di Firenze, chiuderemo le giornate di giovedì, venerdì, sabato e domenica proiettando i tre corti finalisti della Festa del Cinema di Mare.

Perché i cortometraggi

Oltre ad arricchire di contenuti e di un nuovo linguaggio l’offerta del Festival, ci piace pensare che fermarsi insieme a guardare un corto sia un buon modo per terminare piacevolmente giornate intense, piene di appuntamenti e conferenze, magari, perché no, sorseggiando un bicchiere di vino al nostro Punto Ristoro.

Il cinema, sosteneva Eric Rohmer, è innanzitutto «un’arte dello spazio», il legame fra cinema e geografia col passare del tempo si è fatto via via più fitto. I film sono ora oggetti di studio per i geografi per il loro molteplice valore, come documenti geografici, quando rappresentano un determinato ambiente e la vita degli uomini al loro interno, o come agenti e narrazioni geografici, quando con le loro immagini modificano, condizionano, amplificano, la percezione di luoghi e paesaggi, arricchendoli di valori simbolici e immateriali.

La Festa del Cinema di Mare

Ideata dal critico cinematografico Claudio Carabba, la Festa del Cinema di Mare, si svolge annualmente a Castiglione della Pescaia. Un fine settimana di proiezioni cinematografiche, incontri, concerti e letture incentrati sul tema del mare nelle sue diverse accezioni: luogo di incontro di culture e civiltà, risorsa naturale e risorsa economica. Durante il festival vengono assegnati due premi per cortometraggi: il PREMIO MAURO MANCINI, che ha come scopo approfondire, attraverso il cinema, il rapporto tra uomo e mare nei suoi molteplici aspetti: viaggio, avventura, navigazione, conoscenza, migrazione; il PREMIO GUIDO PARIGI sarà invece assegnato al miglior cortometraggio di taglio giornalistico.

Non abbiamo grandi editori alle spalle. Gli unici nostri padroni sono i lettori. Sostieni la cultura giovane, libera e indipendente: iscriviti al FR Club!

Segui Frammenti Rivista anche su Facebook e Instagram, e iscriviti alla nostra newsletter!

Fausta Riva

Fausta Riva nasce in Brianza nel 1990.
Geografa di formazione(Geography L-6) poi specializzata in fotografia al cfp Bauer.
Oggi collabora con agenzie fotografiche e lavora come freelance nel mondo della comunicazione visiva.
Fausta Riva nasce sognatrice, esploratrice dell’ordinario. Ama le poesie, ama perdersi e lasciarsi ispirare.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.