fbpx

David di Donatello: miglior film
a “Perfetti sconosciuti”,
miglior regia a Matteo Garrone

2 minuti di lettura

perfetti sconosciuti

La premiazione dei David di Donatello – gli “Oscar italiani” – è stata una sfida all’ultima statuetta tra Il racconto dei racconti e Lo chiamavano Jeeg Robot, anche se a vincere il riconoscimento più importante, quello di miglior film, non è stato nessuno di questi due, ma Perfetti sconosciuti di Paolo Genovese. Miglior regia a Matteo Garrone per Il racconto dei raccontiClaudio Santamaria miglior attore e Ilenia Pastorelli miglior attrice, entrambi per Lo chiamavano Jeeg Robot.

La pellicola di Garrone si porta a casa la miglior fotografia, assegnata a Peter Suschitzky, la miglior scenografia a Dimitri Capuani e Alessia Anfuso, migliori costumi a Massimo Cantini Parrini, miglior trucco e miglior acconciature rispettivamente a Gino Tamagnini e Francesco Pegoretti. Il racconto dei racconti vince anche il premio per i migliori effetti digitali, assegnato allo studio Makinarium.

Lo chiamavano Jeeg Robot invece s’intasca invece anche i premi ai migliori attori non protagonisti con Luca Marinelli e Antonia Truppo, miglior produttore Gabriele Mainetti, miglior montaggio Andrea Manguolo con la collaborazione di Federico Conforti. Gabriele Mainetti vince inoltre il premio per il miglior regista esordiente.

david di donatello

Il premio al miglior documentario va a S is for Stanley di Alex Infascelli, mentre il miglior cortometraggio se lo aggiudica Alessandro Capitani per Bellissima. Il David Giovani, votato da 6000 studenti delle superiori di tutta Italia, va invece a La corrispondenza di Giuseppe Tornatore. Il premio al miglior fonico in presa diretta va a Angelo Bonanni per Non essere cattivo. David Lang vince la statuetta di miglior musicista per Youth – La giovinezza, film che vince anche il premio alla miglior canzone originale con Simple Song #3. A Perfetti sconosciuti va anche la statuetta per la migliore sceneggiatura (Bologna-Costella-Genovese-Ravello).

M.C.

[jigoshop_category slug=”cartaceo” per_page=”8″ columns=”4″ pagination=”yes”]

[jigoshop_category slug=”pdf” per_page=”8″ columns=”4″ pagination=”yes”]

Redazione

Frammenti Rivista nasce nel 2017 come prodotto dell'associazione culturale "Il fascino degli intellettuali” con il proposito di ricucire i frammenti in cui è scissa la società d'oggi, priva di certezze e punti di riferimento. Quello di Frammenti Rivista è uno sguardo personale su un orizzonte comune, che vede nella cultura lo strumento privilegiato di emancipazione politica, sociale e intellettuale, tanto collettiva quanto individuale, nel tentativo di costruire un puzzle coerente del mondo attraverso una riflessione culturale che è fondamentalmente critica.

1 Comment

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.