Eleanor Marx: vita e ideali di una donna attiva e poliedrica

Eleanor Marx è stata un’attivista britannica, nota per le sue lotte come sindacalista e per i suoi lavori di traduzione. Figlia minore e quartogenita di Karl Marx, Eleanor (chiamata affettuosamente Tussy in famiglia) nasce nel 1855 e fin da giovane si impegna per le lotte socialiste e femministe, dimostrando intelligenza, acutezza, spirito di intraprendenza e sensibilità artistica.

Leggi anche:
Karl Marx e la filosofia che si fa prassi rivoluzionaria

Eleanor ama la letteratura, scrive per il teatro, interpreta le opere di Shakespeare e Ibsen in famiglia, legge gli Shelley e traduce Flaubert dal francese, offrendo la prima traduzione inglese di Madame Bovary. Inoltre, Tussy stringe amicizia con i collaboratori del padre e può in questo modo sviluppare un profondo pensiero politico grazie al confronto con personalità di spicco come Engels o Liebknecht. Sembra quindi che Eleanor fosse la figlia prediletta di Marx, una ragazza per cui il padre nutriva una forte stima nonostante la delusione iniziale di non avere un figlio maschio.

Eleonor Marx apprende dal focolare domestico, ma esce poi per la strada, dove diviene leader socialista, abile oratrice, apprezzata da lavoratori e lavoratrici, uomini e donne: con la sua figura, socialismo e femminismo si uniscono, creando un nuovo femminismo socialista di cui ancora possiamo vedere i frutti.

Eleanor Marx

Eleaonor è anche nota per le sue vicende sentimentali: la donna intrattiene infatti delle relazioni d’amore particolari per l’epoca. Si lega inizialmente ad un uomo vent’anni più grande, per poi iniziare una relazione con Edward Aveling, socialista inglese. L’uomo era tuttavia già sposato e i due portarono avanti una relazione segreta ma estremamente profonda, tanto che Eleanor ne prese il cognome. La coppia si dedicò all’impegno socialista e condivise un forte amore per il teatro, tanto da mettere in scena una versione di Casa di bambola in cui è in Eleanor vestiva i panni di Nora ed Edward di Torvald.

Leggi anche:
Poesia e critica del capitalismo: dietro la barba di Marx

L’amore tra Edward e Eleanor è tossico e dannoso seppur intenso: rimasto vedovo e gravemente malato, Edward si sposa con una giovane donna, un’attrice, senza che Eleanor ne sia a conoscenza. La ragazza, distrutta dal dolore, si suicida bevendo del veleno, a soli 43 anni: verrà ritrovata dalla cameriera sdraiata sul suo letto, senza vestiti, morente. 

A Tragic Heroine of the Reading Room | by Fiona MacCarthy | The New York  Review of Books

La personalità di Eleanor Marx è stata oscurata negli anni sia dal peso di un padre così noto, sia del suo essere donna, ma si tratta di un profilo poliedrico e ricco di abilità, con una vita breve ma intensa e che sarebbe quindi giusto rivalutare. Un modello di donna attivo, precursore dei tempi, dagli interessi molteplici a cui ancora oggi potremmo ispirarci.


Segui Frammenti Rivista anche su Facebook e Instagram, e iscriviti alla nostra Newsletter

 

* * *

Sì, lo sappiamo. Te lo chiedono già tutti. Però è vero: anche se tu lo leggi gratis, fare un giornale online ha dei costi. Frammenti è una rivista edita da una piccola associazione culturale no profit, Il fascino degli intellettuali. Non abbiamo grandi editori alle spalle, anzi: siamo noi i nostri editori. Per questo te lo chiediamo: se ti piace quello che facciamo, puoi sostenerci con una donazione. Libera, a tua scelta. Anche solo 1 euro per noi è molto importante, per poter continuare a essere indipendenti, con la sola forza dei nostri lettori alle spalle. 

Dalila Forni
Condividi: