Gli amici di letto | Bestiario

Cosa succede quando due persone amiche finiscono a letto insieme? Cosa accade se due persone che fino a quel momento si scambiavano opinioni, punti di vista, visioni sulla vita, iniziano a scambiarsi corpi, odori, umori?

Il rapporto di amicizia può dirsi compromesso per sempre, oppure il sesso può rappresentare un valore aggiunto a quella che era una relazione puramente spirituale?

Ve lo diciamo noi, nella maggior parte dei casi succede l’irreparabile.

Sì, perché nonostante tutti i buoni proposti che possiamo metterci, nonostante l’intelligenza e l’apertura mentale, nonostante tutto l’impegno a non pensarci con l’invito di godere solo del momento presente, ci ritroviamo impigliati in emozioni che di certo non avevamo previsto. Come, per esempio, la tanto cara gelosia. Già, perché abbiamo aperto una porta che in amicizia non dovrebbe mai essere varcata: quella del nostro corpo.

Insomma, l’amicizia è la forma di amore più pura che possa esserci fra due estranei. Come pensate di sentirvi se iniziate a fare sesso con una persona amica, una che ha ascoltato le vostre turbe, che ha accolto le vostre più atroci paranoie e con la quale voi avete fatto lo stesso? Come pensate di sentirvi incastrati a godere carnalmente con una persona così? Il vostro legame, di certo, non ne gioverà. Inizierete a provare un’irrimediabile gelosia e quel senso di possesso che avete sempre criticato, si rivelerà la vostra condanna, perché inizierà a pervadervi.

A meno che non siate così bravi da abbracciare una vita libera e da riuscire a fare quel tanto agognato salto quantico grazie al quale non proverete più nessuna forma di attaccamento o di sentimento bestiale.

Fate un atto di responsabilità, perché, se non siete pronti a tutto questo, vi ritroverete in un enorme e ingestibile problema. Liberatevi dagli schemi e gioite. Oppure tenetevi gli schemi ed evitate di rendere la vostra vita un inferno. Per voi stessi e per gli altri.


Il Bestiario è un testo che, solitamente, descrive gli animali o le bestie. Nel Medioevo si trattava di una particolare categoria di libri che raccoglievano brevi descrizioni di animali reali o immaginari. Nel XIII e XIV secolo i bestiari si diffusero soprattutto in Inghilterra e Francia. Essi erano arricchiti anche da bellissime illustrazioni e pregevoli miniature. Tra le opere che hanno poi assunto questo nome nel corso della storia ricordiamo “Il bestiario amoroso” di Richard de Fournival del 1252 e il più recente “Bestiario” di Julio Cortazár del 1951. In questa rubrica, noi vi proponiamo una sferzante e ironica descrizione delle “bestie umane” che affollano la nostra società.


Segui Frammenti Rivista anche su Facebook e Instagram

 

* * *

Sì, lo sappiamo. Te lo chiedono già tutti. Però è vero: anche se tu lo leggi gratis, fare un giornale online ha dei costi. Frammenti è una rivista edita da una piccola associazione culturale no profit, Il fascino degli intellettuali. Non abbiamo grandi editori alle spalle, anzi: siamo noi i nostri editori. Per questo te lo chiediamo: se ti piace quello che facciamo, puoi sostenerci con una donazione. Libera, a tua scelta. Anche solo 1 euro per noi è molto importante, per poter continuare a essere indipendenti, con la sola forza dei nostri lettori alle spalle.

Antonella D'Eri Viesti
Condividi: