fbpx
milo manara, a figura intera

Milo Manara, la vita e l’arte nella sua autobiografia

Un viaggio di parole e bozzetti, di vignette e racconti, di fotografie e storie di vita

4 minuti di lettura

Milo Manara, maestro del fumetto erotico italiano, torna in libreria con A figura intera. Questa volta un’opera un po’ diversa dal solito: un’autobiografia di più di 200 pagine, dove l’artista racconta la sua vita e, ovviamente, la sua arte. Un viaggio di parole e bozzetti, di vignette e racconti, di fotografie e storie di vita che da private diventano pubbliche. L’artista svela l’uomo, e viceversa: il libro racconta l’infanzia di Manara, l’adolescenza, i viaggi e la famiglia, i primi tratti a matita e i lavoretti per i tascabili erotici, fino al sodalizio con l’arte del fumetto. E ancora, gli anni Sessanta, il pensiero artistico e politico, le figure di riferimento: amici, compagni, maestri ispiratori, come, su tutti, Federico Fellini e Hugo Pratt. Un amore per il disegno lungo una vita intera.

Se l’uomo più ricco del mondo mi dicesse: “Ti offro tutti i miei averi, però devi perdere la capacità di disegnare,” io gli direi di no.
Gli direi: “Tienitela tutta tu, la tua ricchezza. Perché la mia vita è il disegno. Senza il disegno, non avrei una vita”.

Milo Manara "A figura intera"

Leggi anche:
Milo Manara e le sue donne: il fumetto erotico all’italiana

Uscito il 29 aprile, A figura intera inaugura non solo la storia dell’orgoglio italiano in fatto di disegno erotico, ma un’intera, nuova collana firmata Feltrinelli Comics, Biblioteca Manara. La collana vuole proporre i fumetti di Manara in una nuova veste: un’edizione arricchita da un apparato critico e rivista dall’artista in persona. Un’occasione per avvicinare chi solo ora scopre Manara da un lato, dall’altro per accontentare la curiosità dei fan di lunga data con un’edizione critica ricca di immagini e racconti ‘intimi’ inediti.

milo manara, a figura intera

Sugli scaffali delle librerie si comincerà quindi con Felliniana, ovvero storie scritte da Federico Fellini e trasformate in fumetto da Milo Manara, e Lo Scimmiotto, una delle prime opere del disegnatore. Il tutto presentato online il 12 maggio su Feltrinelli live, per gli appassionati.

Leggi anche:
L’eros sovversivo di Rachilde in «Monsieur Vénus»

Tito Faraci, direttore editoriale di Feltrinelli Comics, racconta così il progetto della Biblioteca Manara:

«sarà una specie di collana laterale di Feltrinelli Comics. Rileviamo i titoli da Panini mano a mano che si liberano, ma nel 2021 già si libereranno già tante cose. Cominceremo con Lo Scimmiotto e poi con Felliniana, che conterrà le storie realizzare insieme a Federico Fellini. Ho voluto mettere assieme sia un titolo di un certo richiamo popolare, quello di Fellini ovviamente, sia un titolo per intenditori come Lo Scimmiotto. È importante per me dare un segnale: non volevo ripubblicare solo i lavori popolari di Manara, ma anche offrire una riscoperta dell’autore. In questo senso Lo Scimmiotto, che è uno dei suoi primi lavori, è molto interessante da un punto di vista storico e artistico». 

Non abbiamo grandi editori alle spalle. Gli unici nostri padroni sono i lettori. Se ti piace quello che facciamo, puoi sostenerci iscrivendoti al FR Club o con una donazione.

Segui Frammenti Rivista anche su Facebook e Instagram, e iscriviti alla nostra newsletter!

Dalila Forni

1991. Studentessa di Lingue e Letterature Europee ed Extraeuropee a Milano. Vivo di letteratura, pastasciutta e buona birra.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.