Nova Siri Marina | Estate italiana

Dio va in vacanza a Nova Siri Marina (Basilicata). Alcuni, all’oscuro della bellezza autentica, sostengono che la Basilicata non esiste. E invece la Basilicata esiste ed è li che ci vive Dio, al riparo dal turismo di massa, al riparo dalla scortesia del commercio senza scrupoli e al riparo da tutti i curiosi che vanno in un posto non per goderne delle meraviglie, ma solo per sfruttarlo e portare a casa l’ennesimo inutile souvenir o, ancora meglio, la cronaca della vacanza sui social.

Perché Dio è dotato di una furbizia infinita e il posto dove passare le vacanze l’ha scelto per bene, perché Nova Siri Marina quando ci arrivi non è che ti colpisca proprio il cuore. Insomma, a primo acchito, sembra un paese come tutti gli altri e senza neanche troppe pretese. La gente cammina lenta, i ritmi sono espansi dal caldo che soffia per onorare una degna estate del sud, le cicale cantano fino a scoppiare. Ma quando si prende la strada per il mare, tutto assume una forma diversa. Il verde diventa più fitto e i pini regalano un’ombra lunga e accogliente.

Percorri la strada, pianeggiante, riposante, scivolando sempre più giù, fino ad arrivare al mare ed è lì che avviene il vero miracolo: una spiaggia lunga, vasta, una distesa di terra e acqua che riflette direttamente i monti poco più in là, un immenso salotto dove Dio stende le sue gambe e si accomoda, riposandosi dall’assurdo spettacolo dell’umanità e godendosi il panorama, gonfiandosi un poco l’ego, compiaciuto di tanta meraviglia, mentre l’acqua profumata di sale dalla risacca sale su, bagnandoli i piedi e solleticandogli la gioia. Un gabbiano plana e garrendo si avvicina a Dio. A Nova Siri Marina la spiaggia è tanto grande che anche un gabbiano può lasciare le sue orme. Solo il vento potrà portarle via.

fonte: www.siviaggia.it

Abbiamo deciso di dedicare il mese di agosto alle bellezze culturali del nostro Paese in un ideale viaggio in Italia di cui i collaboratori di Frammenti Rivista hanno curato le tappe. Abbiamo chiesto a chi scrive per noi di condividere un luogo, un borgo, una città, un quartiere, un posto del cuore e grazie al contributo di tutti abbiamo ricavato un articolato mosaico di tesori artistici, urbani e naturali che parla un po’ di noi e che accompagna il lettore nel nostro viaggio attraverso la penisola, nell’Italia vista da Frammenti.

Qui tutti gli articoli della nuova rubrica Estate italiana


Segui Frammenti Rivista anche su Facebook e Instagram, e iscriviti alla nostra Newsletter

 

* * *

Sì, lo sappiamo. Te lo chiedono già tutti. Però è vero: anche se tu lo leggi gratis, fare un giornale online ha dei costi. Frammenti è una rivista edita da una piccola associazione culturale no profit, Il fascino degli intellettuali. Non abbiamo grandi editori alle spalle, anzi: siamo noi i nostri editori. Per questo te lo chiediamo: se ti piace quello che facciamo, puoi sostenerci con una donazione. Libera, a tua scelta. Anche solo 1 euro per noi è molto importante, per poter continuare a essere indipendenti, con la sola forza dei nostri lettori alle spalle. 

Antonella D'Eri Viesti
Condividi: