fbpx

Black Lives Matter: anche noi facciamo la nostra parte

//
3 minuti di lettura

Nel weekend appena trascorso anche in Italia sono arrivate le manifestazioni per Black Lives Matter, il movimento di protesta (ri)nato negli Stati Uniti in seguito alla morte di George Floyd il 25 maggio a Minneapolis. L’uomo, afroamericano, era stato fermato dalla polizia. E mentre era a terra, inerme, con un poliziotto che gli premeva un ginocchio sul collo, ha pronunciato quelle parole – «I can’t breathe» – che sono diventate il manifesto del movimento.

Da movimento di protesta contro gli abusi della polizia statunitense ai danni degli afroamericani, Black Lives Matter si è presto allargato fino a diventare un movimento globale contro razzismo e discriminazioni. Nel nostro Paese a scendere in piazza, come spesso accaduto negli ultimi tempi, sono stati soprattutto i giovani, ragazze e ragazzi, che – con mascherina e metro di distanza – hanno espresso la propria vicinanza al movimento contro il razzismo nelle piazze di molte città italiane, da nord a sud.

Insomma, qualcosa si sta muovendo all’interno di una società – quella americana in primis, ma anche la nostra – ancora permeata di discriminazioni razziali. E gli ostacoli che devono essere rimossi per raggiungere l’uguaglianza tra gli individui sono molti. Il bellissimo Articolo 3 della nostra Costituzione ci ricorda che «tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali». Ma anche, e soprattutto, che «è compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese».

Ognuno deve fare la propria parte: i cittadini, la politica, i media. Anche noi di Frammenti Rivista faremo la nostra: a partire da domani, martedì 9 giugno, dedicheremo un articolo al giorno, alle 18, al movimento Black Lives Matter e più in generale alla lotta al razzismo e alle discriminazioni. E, come sempre, lo faremo da una prospettiva culturale. Li troverai tutti qui.

In copertina: Photo by Koshu Kunii on Unsplash

 


Segui Frammenti Rivista anche su Facebook, Instagram e Spotify, e iscriviti alla nostra Newsletter

Sì, lo sappiamo. Te lo chiedono già tutti. Però è vero: anche se tu lo leggi gratis, fare un giornale online ha dei costi. Frammenti Rivista è edita da una piccola associazione culturale no profit, Il fascino degli intellettuali. Non abbiamo grandi editori alle spalle. Non abbiamo pubblicità. Per questo te lo chiediamo: se ti piace quello che facciamo, puoi iscriverti al FR Club o sostenerci con una donazione. Libera, a tua scelta. Anche solo 1 euro per noi è molto importante, per poter continuare a essere indipendenti, con la sola forza dei nostri lettori alle spalle.

Michele Castelnovo

Classe 1992. Nato e cresciuto tra Lecco e provincia. Toglietemi tutto ma non le mie montagne e il mio lago. Laureato in Filosofia. Giornalista pubblicista. Direttore di Frammenti. Mi prendo terribilmente poco sul serio.