fbpx

Cervo (Imperia)

Abbiamo chiesto ai collaboratori di Frammenti Rivista di raccontarci i propri luoghi del cuore. L’obiettivo? Costruire una mappa delle bellezze del nostro Paese, viste con gli occhi di chi, questi luoghi, li ama davvero.

2 minuti di lettura

Uno dei miei luoghi preferiti in Italia è la riviera ligure di Ponente dove torno volentieri in qualsiasi stagione – d’inverno le temperature sono infatti sempre più che miti, i primi tempi stentavo a crederci! Tanti la conoscono principalmente per Sanremo, che merita senz’altro una visita, ma il mio vero posto del cuore è un altro: Cervo, un paesino di nemmeno duemila anime a picco sul mare.

Basta salire qualche gradino e subito scompaiono i rumori del traffico, che infuria a tutte le ore lungo la via Aurelia. Ci si ritrova catapultati in una dimensione parallela, in cui si sente risuonare il rumore dei propri passi lungo le strade di pietra. Una dimensione fatta di case antiche e viuzze in salita, una sorta di invito a rallentare e ritrovarsi. Non c’è più spazio per la fretta.

Nelle più torride giornate estive a Cervo non c’è spazio nemmeno per il caldo opprimente. La sua posizione sopraelevata e le stradine strette lo proteggono dalla famigerata cappa di calore, rendendolo la meta ideale per chi vuole un po’ di refrigerio, ma senza allontanarsi troppo dal mare. Una tappa obbligata è piazza San Giovanni, dove troneggia la splendida chiesa barocca di San Giovanni Battista. Una vera e propria terrazza sul mare, l’ideale per un fresco aperitivo con una vista a dir poco suggestiva. Se poi si mette a soffiare il vento, meglio ancora!

Gli amanti della musica, inoltre, saranno felici di sapere che proprio a Cervo si tiene ogni anno un Festival internazionale di musica da camera. Quest’anno avrà luogo dal 16 luglio al 27 agosto, sullo splendido Sagrato dei Corallini. Un’ottima occasione per godersi un concerto in una cornice inedita.

Non abbiamo grandi editori alle spalle. Gli unici nostri padroni sono i lettori. Se ti piace quello che facciamo, puoi sostenerci iscrivendoti al FR Club o con una donazione.

Segui Frammenti Rivista anche su Facebook e Instagram, e iscriviti alla nostra newsletter!

Francesca Cerutti

Classe 1997, laureata in Lingue per l'impresa e specializzata in Traduzione. Sempre alla ricerca di storie che meritino di essere raccontate. Nel 2020 è stato pubblicato il suo romanzo d'esordio, «Noi quattro nel mondo».

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.