fbpx
hamilton

«Hamilton»: L’importanza di cambiare la narrazione

dalla newsletter n. 36 - febbraio 2024

11 minuti di lettura

Con febbraio inizia in tutto il mondo il Black History Month, nato negli Stati Uniti nel 1926. In Europa si sceglie, a volte, di celebrarlo a ottobre, ma solitamente si decide di seguire la datazione originale americana. Anche a teatro si cerca di partecipare a questo importante evento, proponendo o riproponendo spettacoli che presentano al pubblico la storia di persone di colore.

A volte, però, è anche importante proporre l’importanza della rappresentazione in spettacoli che si dedicano solitamente ad altri tempi oppure in spettacoli che, in apparenza, potrebbero celebrare qualcosa di completamente opposto. A questo proposito, si vuole parlare qui di uno spettacolo ormai diventato un classico, un’istituzione che rimarrà nella storia del teatro musicale: Hamilton.

Cosa può portare la figura di Alexander Hamilton?

È il 2015 ed Hamilton va finalmente in scena, scatenando una sequela di repliche innumerevoli e continui spettacoli sold out: questo spettacolo muove il pubblico, attira anche chi non è pratico di teatro musicale, stupisce chi entra in sala. Ma perché? Cosa è successo in quelle due ore di spettacolo che ha posto un punto fermo? Cosa porta la figura di Alexander Hamilton nella storia americana moderna?

Il punto di svolta è il golden boy dei musical moderni, cresciuto sotto l’ala di Stephen Sondheim e sotto la benedizione di Jonathan Larson: Lin-Manuel Miranda. Appena uscito dal successo di In the heights, che porta in scena l’orgoglio di essere latini in uno dei quartieri più particolari di New York, Lin-Manuel Miranda comincia a leggere una biografia di Alexander Hamilton e da lì il colpo di fulmine.

Immigrato dalle isole del mare caraibico e figlio illegittimo di uno scozzese, Alexander Hamilton arriva a New York come orfano e desideroso di rendersi memorabile. Uno dei fondatori degli Stati Uniti, uno dei meno ricordati, è l’emblema del melting pot che è l’America.

How does a bastard, orphan, son of a whore
And a Scotsman, dropped in the middle of a forgotten spot
In the Caribbean by providence impoverished
In squalor, grow up to be a hero and a scholar?

Come rappresentare il melting pot

Lin-Manuel Miranda ha l’idea che renderà Hamilton il musical di successo che sarà sempre: cambiare la narrazione. La storia di Alexander Hamilton è una storia di bianchi, ricchi, aristocratici: una storia apparentemente lontana da noi. Ma Alexand…

Greta Mezzalira

Classe 1995, laureata in Filologia Moderna. Innamorata del teatro fin dalla prima visione di "Sogno di una notte di mezza estate" durante una gita scolastica. Amante di musical e di letteratura.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.