Quale che sia il punto di partenza | Bar Europa

Ci sono insegnanti che pensano di insegnare in scuole o università di serie B. Ci sono studenti che pensano di andare in scuole o università di serie B. Ci sono genitori che pensano che i propri figli frequentano scuole o università di serie B.

Non possiamo escludere che esistono scuole e università più o meno buoni, ma possiamo escludere che esistano indirizzi di studio, facoltà, corsi e percorsi formativi per definizione peggiori o migliori.

La famiglia, la scuola e lo stare al mondo | Bar Europa

Quale che sia il punto di partenza, centri e periferie del territorio, della società e della mente, vediamo che gli insegnanti, gli studenti e i genitori, che non ripongono alcuna fiducia nell’educazione e nell’istruzione, si riducono essi stessi ad artefici di un mondo diminuito in cui tutto è già detto e fatto e non c’è altro da dirsi o da farsi, se non lamentarsi.

Eppure, vediamo che ci sono insegnanti, studenti e genitori per i quali l’educazione e l’istruzione diventano possibilità di riscattare sé stessi e il mondo dalla ridotta, aprirsi alla possibilità di dire e fare ancora e meglio. Centri e periferie. Spazi aperti per il territorio, per la società e per la mente.

Nel Bar Europa al Rock Night Show su Radio Godot abbiamo parlato degli incontri per gli studenti e gli insegnanti della Scuola sulla Complessità che desiderano preparare la prima prova e il colloquio dell’esame di maturità, in particolare, sui principi fondamentali della Costituzione e sull’idea di Europa, a cavallo tra filosofia, storia, antropologia, letteratura, arte, architettura e scienza, diritto ed economia.

Buon ascolto!

p.s.
Il 16 gennaio, dalle 9.00 alle 17.00, nell'”Aula Tarantelli” della Facoltà di Economia della Sapienza, si tiene l’incontro Il Volto della Repubblica intitolato come la seconda edizione della Scuola sulla Complessità.
Programma

L’incontro sarà trasmesso in diretta streaming grazie a Radio Radicale.

Michele Gerace
Condividi: