emma dante sorelle macaluso

«Le sorelle Macaluso» di Emma Dante, l’opera teatrale dietro al film

Le difficoltà di quest’anno tormentato non fermano i più appassionati del cinema che anche questo settembre 2020 si sono riuniti (con le dovute distanze) al Festival del cinema di Venezia. In questa edizione è stato presentato anche il film Le Sorelle Macaluso con la scrittura e regia di Emma Dante, tratto dall’omonima opera teatrale della drammaturga.

Leggi anche:
Venezia77: l’importanza dell’esserci

«Le sorelle Macaluso», una storia famigliare

Quella delle Macaluso è una storia privata. Le sette sorelle (cinque nel film) vivono nella periferia di Palermo insieme al padre e la loro vita viene raccontata attraverso azioni e ricordi senza seguirne l’ordine cronologico.

Leggi anche la recensione del film

Questo racconto è un esercizio di equilibrismo tra la vita e la morte in cui il ricordo di chi se n’è andato si mescola con i sensi di colpa di chi è rimasto. La vita come una danza che si interrompe e cambia ritmo ad ogni evento inatteso. Questa dimensione è rappresentata in modo chiaro dai personaggi che, pur avendo lasciato la narrazione con la loro morte, rimangono sullo sfondo in costante presenza.

Rapporti umani

Quello che colpisce di più di questo testo è la crudezza con cui si presentano i rapporti tra le sorelle che sono tanto veritieri che potrebbero toccare i presenti nel vivo. Sono rappresentate difficoltà che ogni famiglia potrebbe incontrare: una sorella diversamente abile, un’altra che verrà mandata in istituto e continui litigi e discussioni. La dimensione personale di ogni personaggio è affrontata con singolarità distinguendo più o meno ognuna delle sorelle, aprendo così uno spiraglio sottile attraverso questi corpi che si muovono sulla scena.

Leggi anche:
Venezia in scena: “Le sorelle Macaluso”, una riflessione sulla famiglia e sulla donna

Ad esempio Maria è chiaramente influenzata dal suo ruolo di sorella maggiore, tanto da rinunciare ai suoi sogni per prendersi cura delle altre; questa è una visione molto pragmatica e veritiera della vita. Maria non può lasciarsi affascinare dalle favole perché ha delle responsabilità da prendersi per le persone a cui vuole bene.

le sorelle macaluso di emma dante
piccoloteatro.org

Il vantaggio del cinema

Il teatro di Emma Dante non è semplice: immagini simboliche, narrazioni mescolate e, in questo caso, un linguaggio verbale non sempre chiaro a tutti gli spettatori.

Leggi anche:
Continuare a vivere le emozioni del palcoscenico con il teatro online

Attraverso il cinema, però, si ottengono diversi vantaggi che possono sopperire a queste difficoltà: in primis l’ostacolo del linguaggio può essere superato facilmente dai sottotitoli, banale ma efficace. In secondo luogo il cinema permette di inoltrarsi di più nel segreto delle storie, facendoci avvicinare alle espressioni dei personaggi e portandoci in giro con loro nei vari luoghi della narrazione.

In qualsiasi modo si voglia vederlo, Le sorelle Macaluso è un’esperienza che affina la nostra capacità di introspezione.

Le sorelle Macaluso a teatro è disponibile su RaiPlay.


Segui Frammenti Rivista anche su Facebook e Instagram, e iscriviti alla nostra Newsletter

 

* * *

Sì, lo sappiamo. Te lo chiedono già tutti. Però è vero: anche se tu lo leggi gratis, fare un giornale online ha dei costi. Frammenti è una rivista edita da una piccola associazione culturale no profit, Il fascino degli intellettuali. Non abbiamo grandi editori alle spalle, anzi: siamo noi i nostri editori. Per questo te lo chiediamo: se ti piace quello che facciamo, puoi sostenerci con una donazione. Libera, a tua scelta. Anche solo 1 euro per noi è molto importante, per poter continuare a essere indipendenti, con la sola forza dei nostri lettori alle spalle. 

Marialuce Giardini
Condividi: