fbpx

Qualche consiglio utile per affrontare il nuovo elaborato della maturità

8 minuti di lettura

L’esame di Stato, come tante altre cose delle nostre vite, a causa della pandemia da Covid-19 non è più lo stesso. Già l’anno scorso gli studenti si sono ritrovati a dire addio ai famosi scritti e a dover affrontare unicamente un maxi-orale. Quest’anno, l’esame di maturità avverrà in un modo analogo, anche se alla mancanza di scritti si è voluto sopperire in diversi modi. Primo tra tutti, l’introduzione di un elaborato, che accomuna gli esami per le superiori a quelli di licenza media, in quanto anche in questi è presente. Abbiamo deciso di fornire alcune linee guida su come realizzare l’elaborato della maturità 2021.

elaborato maturità 2021 consigli e linee guida

L’elaborato della maturità 2021: in cosa consiste?

Innanzitutto, che cos’è questo famoso elaborato? È una gatta da pelare prima che per gli studenti, per i docenti stessi. Sono infatti i consigli di classe a scegliere un argomento entro il 30 aprile sulla base del quale entro il 31 maggio gli studenti delle classi quinte sono chiamati a consegnare il famigerato elaborato. L’argomento riguarda una o due materie di indirizzo, note già prima. Ad esempio, quest’anno per il Liceo Classico sono uscite greco e latino. Molti hanno paragonato l’elaborato alla famosa tesina, abolita da tempo, in quanto da questo argomento lo studente è chiamato a scrivere il suo lavoro collegandolo ad altre materie del suo indirizzo di studi.

Non è propriamente così. Infatti, la multidisciplinarità – che non è mai un difetto – in questo caso non è un obbligo. Il compito da svolgere per gli studenti è più corposo di una mappa concettuale, si richiede loro di rispettare più regole. Infatti, come detto, le materie principali dell’elaborato su cui si basa l’argomento vengono rese note prima, non sono a libera scelta. Nel caso del Liceo Classico, il fulcro devono essere il greco e latino e l’argomento scelto, quindi lo studente deve riuscire a mantenere un certo focus su queste materie, ma è un pregio anche saperle relazionare con le altre materie, se non al suo stesso curriculum e alla sua esperienza di PCTO (alternanza scuola-lavoro).

Va anche precisato che la consegna dell’elaborato non è obbligatoria, nel senso che si viene ammessi ugualmente anche se non lo si consegna. Tuttavia, la primissima parte dell’orale di maturità 2021 dovrebbe vertere proprio sull’argomento dell’elaborato, capiamo bene che una mancata consegna è una macchia che potrebbe pesare parecchio. Appurato che sia meglio senz’altro consegnarlo, allora, come scriverlo?

Collegamenti giusti ma non giustapposti

Questo è un consiglio che probabilmente è coerente anche con la famosa tesina del passato e, forse, con qualsiasi situazione in cui ci si ritrova a voler mostrare una multidisciplinarità. Bisogna fare dei collegamenti che non siano forzati, non cercando per forza qualcosa in comune tra le materie o tra i temi, se questi effettivamente non ne hanno. Come detto, c’è un focus da mantenere, non bisogna perdere di vista il centro del discorso. Se non si riesce a trovare effettivamente una correlazione rispetto all’argomento proposto dai professori con l’idea che avremmo, allora evidentemente non c’è, bisogna saper fare marcia indietro e riscrivere. Può essere una soluzione scegliere di usare la propria esperienza come esempio, cercare un collante efficace fra le cose, non avere paura di spaziare.

Ricordiamoci anche che esiste la figura del tutor, un professore che è chiamato ad aiutare lo studente nella realizzazione di questo elaborato. Molti lo hanno paragonato al relatore di tesi di laurea, ma è forse una definizione troppo generosa; senza dubbio è suo dovere aiutare, ma non è un referente fino a quel punto. Tuttavia, non si deve avere paura di chiedere aiuto e consigli, specie per dei collegamenti.

elaborato maturità 2021 consigli e linee guida

Non scadere nel banale

Ciò ci porta a un altro prezioso consiglio. Uno dei rischi principali della tesina di maturità era per la commissione di sentire sempre le stesse cose. La donna, l’amore, il tradimento, il dolore, l’ignoto, ecc. Tematiche affascinanti, ma troppo conosciute e inflazionate. Ebbene, questo rischio è notevolmente ridotto nel caso dell’elaborato di maturità 2021 in quanto, come già detto, c’è un argomento riguardante materie specifiche che ne è principale protagonista, scelto dagli stessi docenti. Tuttavia la banalità può sempre essere dietro l’angolo. Il primo modo di arginare l’ostacolo è un dialogo aperto con compagni e docenti, senza dubbio. E certo può essere un’idea interessante cercare di arricchire il proprio elaborato anche esteticamente con grafiche, foto, ecc. Infatti, non si è obbligati a ricorrere unicamente a un testo scritto.

Anche in questo, però, ci vuole equilibrio. La prima cosa fondamentale per qualsiasi compito è la scrittura. Scrivere in un italiano comprensibile e fluente è infatti una competenza di base che non deve mancare a uno studente di ultimo anno. Sembra banale, ma è di vitale importanza. Posto questo, può essere una buona idea decidere di realizzare una presentazione in Power Point, ma bisogna prestare attenzione. Non tutti sono bravi a realizzare slide, ed è meglio una slide che non esiste piuttosto che una slide fatta male. In poche parole, è bene fare le cose solo se sappiamo dare il meglio. Meglio un testo semplice e scarno, scritto molto bene in italiano, che un Power Point abbozzato e confuso.

Elaborato maturità 2021: cercare qualcosa che appassioni

Può sembrare una frase fatta, ma l’ultimo consiglio che ci sentiamo di dare è cercare di inserire nel proprio elaborato qualcosa che sia coerente con i propri gusti e i propri interessi. Più volte è stato osservato come l’assenza della tesina abbia privato lo studente di uno spazio di creatività, questo può anche essere vero. Tuttavia, seppur partendo da un argomento che non viene deciso dagli studenti, il modo in cui lo trattano appartiene totalmente a loro.

L’esame di maturità è un rito di passaggio fondamentale in cui si sancisce chi si è, non bisogna quindi dimenticarsi di mostrare se stessi. Sappiamo bene che ci sono diversi fattori che impediscono a uno studente di farlo (l’ansia, il metodo dei professori, ecc.), tuttavia nelle indicazioni stesse riguardo all’esame di maturità si parla di curriculum ed esperienza personali, quindi speriamo possano riuscire tutti in qualche modo a far vedere chi sono.

 

* * *

Sì, lo sappiamo. Te lo chiedono già tutti. Però è vero: anche se tu lo leggi gratis, fare un giornale online ha dei costi. Frammenti è una rivista edita da una piccola associazione culturale no profit, Il fascino degli intellettuali. Non abbiamo grandi editori alle spalle, anzi: siamo noi i nostri editori. Per questo te lo chiediamo: se ti piace quello che facciamo, puoi sostenerci con una donazione. Libera, a tua scelta. Anche solo 1 euro per noi è molto importante, per poter continuare a essere indipendenti, con la sola forza dei nostri lettori alle spalle.

Silvia Argento

Nata ad Agrigento nel 1997, ha conseguito una laurea triennale in Lettere Moderne e una magistrale in Filologia Moderna e Italianistica. È una tuttofare nell'ambito della letteratura e scrittura: docente di letteratura italiana e latina, scrittrice e redattrice per vari siti di divulgazione culturale e critica musicale. Svolge anche il ruolo di editor e copywriter. È autrice di un saggio su Oscar Wilde e della raccolta di racconti «Dipinti, brevi storie di fragilità». Come dice il suo autore preferito, la vita è una cosa troppo seria per essere presa sul serio e quindi attenzione: può contenere sarcasmo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.