Game of Thrones: che finale ci aspettiamo?

La serie Game of Thrones, l’audiovisivo più conosciuto e seguito degli ultimi anni, sta per vedere la sua fine.

La fine di un’epopea

Mentre la serie volge al termine, già fonti attendibili parlano di proseguimenti della serie in forma di spin off ambientati nell’universo fantastico di Westeros. L’autore George R. R. Martin ha confermato, in un post sul suo blog, che tre diversi spin off di Game of Thrones stanno andando avanti senza intoppi, uno dei quali tratterà della vera nascita dei White Walkers e del periodo storico di Westeros denominato la Lunga Notte.
Ad ogni modo l’ultima stagione segna la fine degli eventi più interessanti ambientati in questo universo, la storia epica di tutti i personaggi a cui ci siamo affezionati e anche di quelli che abbiamo visto morire.

Game of Thrones

Gli Stark al potere

L’epilogo della serie, sembrerebbe essere un incredibile happy ending dalla forma di un sogno che si avvera, per i veterani: se per 8 stagioni hanno trionfato le menzogne, gli inganni e il perfido desiderio di potere di chi lo ha messo in atto, finalmente è giunto il tempo in cui l’onore e la buonafede conquistano il potere. Si tratta ovviamente degli Stark. Con il Trono di Spade vacante dopo la morte di Cersei finalmente sembra che siamo a un passo perché i Sette Regni passino sotto il governo della bontà e del valore di ideali di giustizia e correttezza. Insomma, il tempo delle efferatezze e dei colpi bassi sanguinosi sembra essere finito con l’ultima alzata di testa di Daenerys che ha, però, distrutto la Capitale.

La lotta finale

Nonostante i tentativi sordidi e sotterranei con cui abbiamo sempre visto muoversi i personaggi siano risultati creatori di equilibri precari tra le casate, le alleanze fondate sull’amore, come quella tra Stark e Targaryen messa in atto da Jon e Daenerys, sono risultate a loro volta inefficaci. Il lignaggio che fa di Jon Snow Aegon Targaryen legittimo re del Trono di Spade, non è ovviamente condizione sufficiente e immediata per farlo acclamare Re dei Sette Regni, dal momento che Daenerys sembra intenzionata ad usare il terrore come mezzo di conquista del dominio, essendo arrivata a tradire i suoi ideali di libertà pur di far inginocchiare tutti ai suoi piedi e regnare su entrambi i continenti.

Inoltre chi realmente sia Jon è cosa nota solo alla sua famiglia, a Daenerys che vuole silenziarla, e a Tyrion che cerca in tutti i modi di evitare catastrofi, senza per altro riuscirci. L’altro personaggio ancora in vita che è conoscenza di questa verità è Samwell Tarly, che ha deciso di ritirarsi a vita appartata con la sua famiglia. Varys, però, prima di essere bruciato vivo per tradimento, scrive una lettera che farà sicuramente la differenza rispetto alla diffusione, in tutto Westeros, che il legittimo erede al Trono è stato identificato ed è il Re del Nord.

Game of Thrones

Arya Stark

Il personaggio più interessante, che sembra avere un nuovo compito, è Arya Stark, che, sopravvissuta al rogo di Approdo del Re, monta a cavallo diretta verso Grande Inverno.
Possiamo immaginare che il final serie sia uno scontro tra gli Stark e Daenerys, una vera lotta per la liberazione dal dolore della tirannia, in cui Jon Snow è il pezzo di domino che li congiunge entrambi, e, in quanto legittimo re, spetterà a lui decidere l’esito di questo scontro; se farlo sfociare in un ennesimo atto di violenza conclusivo oppure in un gesto pietistico di perdono degno di Ned Stark.

Lorenzo Pampanini

24 anni, laureando alla Magistrale di Filosofia all'Università La Sapienza di Roma.
Lorenzo Pampanini
Condividi:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.