fbpx
Paciano

Paciano, testimone dell’età comunale

Alla scoperta dei borghi italiani: Paciano, un esempio intatto di abitato medievale

3 minuti di lettura

Su uno sperone del monte Petrarvella, a poca distanza dalle rive del lago Trasimeno, in Umbria, si arrocca dal X secolo un insediamento feudale che diverrà il borgo di Paciano.

Rifondato da Perugia, del cui territorio fa parte, nel 1312, la sua elaborata composizione urbana mostra una chiara matrice geometrica unitaria e compatta di forma quadrangolare aperta a ventaglio.

L’abitato è impostato su tre vie parallele e si è cristallizzato nelle sue forme medievali trecentesche con le case modellate sulle esigenze di una popolazione artigiana e contadina.

Paciano
Paciano. Fonte: borghipiubelliditalia.it

Leggi anche:
Punire attraverso l’arte: la pittura infamante

La chiesa di San Giuseppe, situata sulla piazza principale di Paciano e restaurata tra XVIII e XIX secolo, conserva al suo interno la Madonna della Misericordia o delle Grazie, un gonfalone della fine del Quattrocento della bottega di Benedetto Bonfigli mentre la dirimpettaia chiesa di San Carlo Borromeo fu restaurata nel 1802.

Paciano
Madonna della Misericordia, bottega di Benedetto Bonfigli. Fonte: pacianopanicalepiegaro.it

Il piccolo museo che ospita la pinacoteca conserva oltre al grande affresco cinquecentesco con la Crocifissione di Francesco da Castel della Pieve, dipinti rinascimentali e barocchi, reperti etruschi e reliquiari del XVI secolo.

Paciano
Crocifissione, (1452) Francesco da Castel della Pieve. Fonte: pacianopanicalepiegaro.it

Leggi anche:
La «Crocifissione» di Cimabue nella Basilica di San Francesco d’Assisi

Fra gli edifici civili di origine medievale del centro storico ricordiamo Palazzo Cennini, nelle vicinanze di Porta Rastrella, una delle porte di accesso al borgo, insieme a Porta Perugina e a Porta Fiorentina.

Paciano
Municipio. Fonte: pacianopanicalepiegaro.it

Fuori dalle mura sorgono due importanti edifici religiosi. La chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta si suppone sia sorta su di un tempio preesistente del VII secolo ed è notevole per la sua architettura originale e per l’interno a navata unica con sei altari.

Il santuario della Madonna della Stella risale alla fine del Cinquecento e fu restaurato negli anni Settanta del Novecento. Le cappelle laterali sono state decorate da Scilla Pecennini nel XVI secolo mentre nell’edicola dell’altare maggiore vi è un affresco del Quattrocento di scuola umbra.

Santa Maria Assunta. Fonte: pacianopanicalepiegaro.it
Paciano
Centro storico. Fonte: travel.fanpage.it

Piccole dimore gentilizie impreziosiscono l’abitato di Paciano ma gli isolati compatti e regolari del centro storico e lo stupendo paesaggio agricolo circostante ne fanno una testimonianza intatta dell’età comunale in Italia.

Leggi anche:
Montone, la città dei Fortebracci

Veduta da Paciano. Fonte: borghipiubelliditalia.it
Paciano. Fonte: pinterest.it

Link utili: pacianopanicalepiegaro.it

Paciano (PG)
Altitudine
: 391 m
Abitanti: 950

Come arrivare:

  • Le stazioni ferroviarie più vicine sono a Chiusi-Chianciano Terme e a Castiglione del Lago
  • In auto dalla A1 Milano – Napoli uscire a Val di Chiana, poi imboccare il raccordo Bettolle – Perugia fino al bivio per Paciano

Non abbiamo grandi editori alle spalle. Gli unici nostri padroni sono i lettori. Sostieni la cultura giovane, libera e indipendente: iscriviti al FR Club!

Segui Frammenti Rivista anche su Facebook e Instagram, e iscriviti alla nostra newsletter!

Gianpaolo Palumbo

Classe 1990, laureato in Scienze Politiche. Appassionato di storia, arte e cinema. "Per avere una narrazione è sufficiente che ci sia un narratore, una storia e qualcuno a cui raccontarla" (Andrea Bernardelli, "La narrazione", 1999).

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.