fbpx

Che cos’è l’amore secondo Sergio Cammariere?

In occasione del suo compleanno, riviviamo il capolavoro di un grande cantautore, con cui partecipò al Festival di Sanremo nel 2003 ottenendo il terzo posto e il Premio della Critica.

6 minuti di lettura

Sergio Cammariere compie oggi 61 anni. Il cantautore e pianista, cugino di Rino Gaetano, ha raggiunto la fama componendo colonne sonore. Con il tempo ha spaziato con la sua musica in vari generi, dal pop, al jazz alla musica classica. Ha ottenuto diversi premi importanti, come il Premio Carosone, il Premio De André come migliore artista dell’anno e la Targa Tenco 2002 come migliore opera prima. Per augurargli buon compleanno, vogliamo ricordare la canzone Tutto quello che un uomo con cui partecipò al Festival di Sanremo nel 2003. Ottenne il terzo posto e anche il Premio della Critica. Il testo è di Roberto Kunstler.

Tutto quello che un uomo

«Tutto quello che un uomo» e l’Agape

Il tema centrale del singolo è ovviamente l’amore, ma in particolar modo cosa si è disposti a fare per amore di una donna. La musica gioca un ruolo fondamentale, e in questo caso l’apporto di Sergio Cammariere riguarda soprattutto questa. Un pianoforte che cattura e consente all’ascoltatore di inebriarsi di un momento di puro amore.

Un tema complesso ma anche banale per certi versi. Sono tantissime le canzoni che lo trattano, eppure il brano vi riesce con originalità. Tale sensazione viene comparata alla musica, la donna amata a una canzone da cantare, la stessa canzone che sentiamo. Provare questo amore è come non essere più soli. Ma a questo punto è lecito chiedersi: quale amore? Non esiste solo un modo di amare.

Se non fosse per te cosa avrebbe un senso
Sotto a questo cielo immenso niente più sarebbe vero
Se non fosse per te come immaginare
Una canzone da cantare a chi non vuol sentirsi solo.

Anche per questo nelle lingue lo ritroviamo in termini spesso diversi, basta pensare a quanti modi esistono in giapponese per dire “Ti amo”. Gli antichi greci, poi, avevano tre modi di definire l’amore. Agape è l’amore spirituale, che rimanda quasi al divino, a qualcosa di inafferrabile. Diversamente da Eros, che è l’amore fisico, provare Agape significa amare con lo spirito e disinteressatamente. E poi c’è Philia, il sentimento che nasce dall’amicizia e dalla complicità. Probabilmente Tutto quello che un uomo ci ricorda l’Agape, in quanto costituisce di fatto una serie di promesse in cui sembra che l’io lirico si metta totalmente da parte.

Quando sono con te chiudo gli occhi e già volo
D’improvviso la malinconia se ne va
Dai pensieri miei cade un velo
E ritrovo con te l’unica verità.

Agape significa amare oltre se stessi, pensare unicamente all’altro. Anche la musica rimanda a un sentimento quasi di beatitudine, con una figura angelica di donna che consente di innalzare l’uomo al meglio di sé. E addirittura di arrivare alla verità.

Amore è sacrificio e comprensione

Solamente tu sai, anche senza parole
Dirmi quello che voglio sentire da te
Io non ti lascerò fino a quando vivrò
Tutto quello che un uomo può fare stavolta per te lo farò.

Nel testo colpisce l’uso di una parola: “stavolta”. Sembra che le parole siano un modo per farsi perdonare di qualcosa, per spiegare che ha intenzione di cambiare. O forse “stavolta” perché prima di incontrare questa donna, non riusciva a pensare di poter fare tutto ciò per qualcun altro.

Infatti solamente lei sa dire quello che vuole sentire anche senza parole, addirittura. L’amore si ricollega alla sfera dell’ineffabilità e dell’irrealtà. Ma soprattutto all’idea di reciproca comprensione e di capacità di sacrificio.

Fare di tutto significa non darsi limiti, mettere totalmente da parte il proprio io. Mentre già dal titolo si specifica “un uomo”, riferimento alla sfera umana, è al divino che tende il desiderio di sacrificio. L’idea di andare oltre anche ai limiti umani per la propria amata, senza la quale all’uomo manca il respiro.

Ma l’idea del “fare” rimanda anche alle gesta del cavaliere, si citano re, regine e spade. Un cavaliere che non deve salvare la damigella in pericolo, in quanto è lei a costituire per lei salvezza. Bensì fare di tutto per lei non perché ne abbia bisogno in quanto donna, ma perché la ama. Il paesaggio naturale descrive il momento di estasi in cui finalmente la donna è con lui, e la battaglia sembra assolutamente valerne la pena.

Una pioggia di stelle ora brilla nell’aria
Ed il mondo mi appare per quello che è
Un oceano da attraversare
Per un cuore di donna o la spada di un re
Perché senza te io non vivo
E mi manca il respiro se tu te ne vai.
Tu sarai la regina dei miei desideri
L’orizzonte costante di questa realtà
Tu che sei per me, come vedi
Tutto quello che un uomo sognare potrà.

 

* * *

Sì, lo sappiamo. Te lo chiedono già tutti. Però è vero: anche se tu lo leggi gratis, fare un giornale online ha dei costi. Frammenti è una rivista edita da una piccola associazione culturale no profit, Il fascino degli intellettuali. Non abbiamo grandi editori alle spalle, anzi: siamo noi i nostri editori. Per questo te lo chiediamo: se ti piace quello che facciamo, puoi sostenerci con una donazione. Libera, a tua scelta. Anche solo 1 euro per noi è molto importante, per poter continuare a essere indipendenti, con la sola forza dei nostri lettori alle spalle.

Immagine in evidenza Di Famiglia Iaconianni (Original uploader was Cotton at it.wikipedia) – Transferred from it.wikipedia; transfered to Commons by User:Elitre using CommonsHelper., CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=4102078

Silvia Argento

Nata ad Agrigento nel 1997, ha conseguito una laurea triennale in Lettere Moderne e una magistrale in Filologia Moderna e Italianistica. È una tuttofare nell'ambito della letteratura e scrittura: docente di letteratura italiana e latina, scrittrice e redattrice per vari siti di divulgazione culturale e critica musicale. Svolge anche il ruolo di editor e copywriter. È autrice di un saggio su Oscar Wilde e della raccolta di racconti «Dipinti, brevi storie di fragilità». Come dice il suo autore preferito, la vita è una cosa troppo seria per essere presa sul serio e quindi attenzione: può contenere sarcasmo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.