Roma

Roma summus amor | Bar Europa

La Strenna dei Romanisti è un’antologia di scritti inediti su Roma nata all’inizio del novecento da un gruppo di artisti, studiosi, letterati, accademici e musicisti che, dopo la prima guerra mondiale, iniziarono a riunirsi attorno a tavolate presto definite “romaniste” nelle trattorie, negli studi e nelle botteghe.

Studiosi di diritto romano, specialisti di lingue e letterature romanze, romanofili, romanologi, romanosofi, romaneschi, romanzisti, in una parola Romanisti, ancora oggi, se si capita dalla parti del centro, è possibile incontrarli il primo mercoledì del mese al Caffè Greco, che dagli anni ’70 hanno eletto a propria sede. Stampata per la prima volta nel 1940, quest’anno la Strenna dei Romanisti compie ottant’anni e, con più di cinquanta mila pagine pubblicate, tra architettura, toponomastica, dialetto, folklore, storia, letteratura e arte, continua a rappresentare una fonte di memoria collettiva, di civiltà e di ispirazione.

Leggi anche: 
Tour letterario di Roma? Ecco 6 tappe imperdibili

In un graffito del III secolo d. C. trovato da Filippo Magi, archeologo e Romanista, nel sedicesimo ambiente sottostante Santa Maria Maggiore, forse una taberna – come ricorda Donato Tamblé, presidente del Gruppo dei Romanisti – si legge «Roma summus amor». Un atto d’amore per Roma che, seppure non governata e maltrattata, continua ad essere la più bella città del mondo, e che, metafora del Paese, salvo qualche eccezione che pur esiste, con un governo e una maggiore cura da parte nostra, sarebbe molto più vivibile e attrattiva di opportunità per chi ci nasce e per chi ci arriva.

Ne abbiamo parlato nel Bar Europa al Rock Night Show su Radio Godot con Francesco Piccolo, editore della Strenna dei Romanisti.

Buon ascolto!




***

Frammenti è una rivista online di attualità e cultura edita dall'associazione culturale no profit Il fascino degli intellettuali.
Se ti piace quello che facciamo, puoi sostenerci con una piccola donazione!


Michele Gerace

Scuola "cento giovani", avvocato, presidente dell'Osservatorio sulle Strategie Europee per la Crescita e l'Occupazione, fondatore tra i fondatori di Fonderie Digitali, ideatore di "Costituzionalmente: il coraggio di pensare con la propria testa", assiduo frequentatore del Bar Europa e dell'omonima rubrica al Rock Night Show su Radio Godot, in ufficio alle prese con il diritto e le politiche dell'Unione europea.
Michele Gerace
Condividi:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.